Agosto 20, 2022

La stampa 3D nella nuova Peugeot 308

La stampa 3D nella nuova Peugeot 308

Un nuovo polimero permette alla Casa del Leone di produrre accessori personalizzati senza la necessità di costosi stampi e strumenti di produzione.

Peugeot reiventa gli accessori per l’auto grazie alla tecnologia innovativa della stampa 3D ed a un nuovissimo polimero morbido. Una gamma di accessori che comprende un portaocchiali, un porta-lattine e un porta-telefono/porta-carte è stata creata appositamente per nuova 308 ed è disponibile nella boutique online Peugeot Lifestyle.

E’ la prima volta che la tecnologia di stampa 3D viene utilizzata su accessori automobilistici, un’innovazione che è molto promettente per l’intera industria dell’auto. Risultato di un lavoro comune dei team di Design, Prodotto e Ricerca & Sviluppo di Peugeot in collaborazione con HP Inc., Mäder ed ERPRO, questi accessori sono stampati in 3D utilizzando la nuova tecnologia di stampa 3D HP Multi Jet Fusion (MJF). L’obiettivo è offrire prodotti innovativi, piacevoli al tatto, leggeri, solidi e facili da usare, e che esaltano il benessere interno offerto dalla 308 e dal suo nuovo Peugeot i-Cockpit.

L’obiettivo dei designer all’inizio del progetto era rendere gli accessori più visibili e attraenti grazie all’utilizzo di materiali moderni. La gamma di accessori è stata definita dopo un’analisi dettagliata del modo in cui i clienti utilizzano i vani portaoggetti in auto. Poiché i materiali tradizionali non corrispondevano al capitolato, il team Colori e Materiali del Design Peugeot ha lavorato con i suoi partner per sviluppare un materiale con una resa innovativa.

La stampa 3D si è imposta come la soluzione ottimale. E’ infatti uno degli elementi fondamentali della quarta rivoluzione industriale. Con questa nuova tecnologia, è possibile aumentare la flessibilità, adattandosi alle necessità di un mercato sempre più esigente e imprevedibile. Permette di produrre tutti i tipi di oggetti e accessori personalizzati senza la necessità di stampi e strumenti di produzione costosi.

La stampa 3D è anche un prezioso alleato dell’ambiente, una caratteristica molto importante nella ricerca di processi produttivi sostenibili che risparmiano risorse e rifiuti. Il suo uso è sempre più diffuso e sta rivoluzionando il sistema di produzione di molte industrie. In effetti, la produzione additiva sta diventando un’alternativa a tecniche di produzione come lo stampaggio a iniezione.  Gamma di accessori 3D disponibili in due colori: nero e menta.

La stampa 3D offre molti altri vantaggi. Libertà di progettazione: meno vincoli di fabbricazione e infinite possibilità di complessità dei pezzi (grazie all’assenza dello stampaggio a iniezione). La stampa 3D apre nuovi spazi creativi per i designer. Ottimizzazione delle strutture: peso ridotto, maggiore robustezza, meno assemblaggi, flessibilità attraverso l’uso di maglie. Produzione agile: infinite possibilità di personalizzazione, produzione di massa con tempi di consegna più brevi ed eliminazione dello stoccaggio grazie alla produzione “on demand”. Inoltre, questa tecnologia è in continua evoluzione, sia per quanto riguarda i materiali utilizzati che i metodi di produzione. E, soprattutto, i costi di produzione sono sempre più bassi.

In pochi mesi, i team hanno sviluppato insieme un nuovo polimero che offre tre vantaggi principali. Flessibilità: un polimero flessibile, malleabile e robusto. Velocità: il processo di produzione è molto breve e personalizzato. Qualità della resa: dettagli molto accurati grazie a molecole molto fini. Il materiale flessibile utilizzato è il poliuretano termoplastico (TPU) Ultrasint, il risultato di una partnership tra HP e BASF. Questo materiale offre componenti duraturi, resistenti e flessibili. È un materiale perfetto per le parti destinate ad assorbire gli urti e le sollecitazioni e che richiedono un’elevata elasticità, e per le strutture flessibili a rete. Questo materiale permette di ottenere pezzi con superficie di alta qualità e un livello di dettaglio molto elevato. Peugeot ha scelto di utilizzare la tecnologia di stampa 3D HP Multi Jet Fusion (MJF). HP Multi Jet Fusion è una nuovissima tecnologia di produzione additiva strato per strato su un letto di polvere. Peugeot è stato uno dei primi ad usare questa tecnologia nello sviluppo della gamma di accessori 3D.