Ottobre 20, 2021

Maserati Grecale, Tavares guida il suv a Modena

Al volante, un collaudatore d’eccezione, perché Carlos Tavares di mestiere fa altro, essendo a.d. di Stellantis. Il manager in realtà si è calato spesso nell’abitacolo di prototipi e di auto da corsa, da ultima l’apparizione a Le Mans nel 2020, un giro di pista prima del via della gara di durata più celebre al mondo. Così, ritrovarlo su Maserati Grecale, a Modena, è una sorpresa relativa.

Maserati Grecale 2021

MASERATI GRECALE

Ha avuto modo di verificare la fase di sviluppo del suv, a margine di una visita con John Elkann e l’a.d. Maserati, Davide Grasso, negli impianti di Modena, dove Maserati crea la MC20 e il motore V6 Nettuno. 

Da Modena partirà la corsa del Grecale, all’assalto di un segmento D premium dove potrà giocare la carta del suv sportivo. Davvero sportivo, dal design all’impostazione tecnica. L’uscita di Tavares al volante è l’occasione per carpire qualche segreto in più al progetto. 

DESIGN

Si scopre l’interpretazione del frontale, finora sfuggita nelle anticipazioni diffuse da Maserati. E la lettura stilistica è sostanzialmente diversa da un’Alfa Romeo Stelvio con la quale, pure, condivide la scocca. Gli stilemi Maserati sono evidenti nella grande calandra centrale, un marchio di fabbrica inserito in un volume anteriore connotato dal cofano motore spiovente. È il tratto più chiaro del Grecale, distintivo. Scrive la sportività in modo diverso da altre proposte premium, tutte con frontali alti e imponenti. Maserati sembra aver centrato la declinazione giusta.

Motori di Maserati Grecale

Un altro particolare “scoperto” con Carlos Tavares al volante, lo sviluppo dei fari anteriori. Già i teaser introducevano una soluzione a sviluppo verticale, in parte prolungata sul passaruota anteriore. Il muletto conferma tale impostazione, “a gemma”, con il proiettore dai contorni morbidi e ben integrato nei volumi del tre quarti anteriore.

LO SVILUPPO

Come già con MC20, anche per Maserati Grecale la corsa verso la presentazione inizia con i primi avvistamenti dei muletti. Scatti ufficiali, fuori dall’impianto di Modena, dove il suv si presta agli obiettivi con la livrea camuffata.

Maserati Grecale suv 2021

Rivela utili indizi sulle scelte stilistiche che caratterizzeranno il suv di segmento D. A dire di Maserati, le foto sono state scattate dai dipendenti, resi “partecipi” della narrazione intorno al progetto.

Grecale avrà un gran rilievo per il marchio, poiché andrà a inserirsi in un segmento di mercato relativamente da alti volumi e ritorni.

Leggi anche: Guida Maserati a noleggio con CarCloud Collection

Lo sviluppo, oltre alle simulazioni virtuali possibili in Maserati, passa dai test su strada, in off-road e in pista, utili a verificare i riscontri delle simulazioni e procedere con le regolazioni dei sistemi elettronici e dell’assetto.

presentazione di Maserati Grecale

MOTORI

La presentazione è attesa nel corso di quest’anno, non sarà l’unica novità Maserati che registreremo, visto il debutto di nuova Maserati Granturismo: sarà la prima elettrica del Tridente, seguita nel 2022 da una variante a batterie del Grecale.

Approfondisci: Mild hybrid Maserati, come funziona il 2.0 con e-Booster

I motori attesi sotto il cofano saranno elettrificati, prevedibilmente l’ibrido 2 litri benzina già apprezzato su Ghibli, con e-Booster, mentre al top dell’offerta dovrebbe collocarsi il nuovo V6 3 litri benzina.

Maserati Grecale verrà assemblato presso l’impianto di Cassino, oggetto di un investimento per 800 milioni di euro.

L’articolo Maserati Grecale, Tavares guida il suv a Modena proviene da Fleet Magazine.