Maggio 22, 2022

MotoGP: Pecco Bagnaia e Ducati, il tempo sta scadendo

A Pecco Bagnaia e Ducati serve l’immediata svolta. Il GP a Portimao sarà già determinante per chiarire le cose in ottica mondiale. 

pecco-bagnaia-ducati-motogp
Pecco Bagnaia – MotoriNews

Scatta oggi il quinto fine settimana della stagione MotoGP 2022. Con alcuni osservati speciali in particolare, ora che inizia il lunghissimo periodo europeo. L’attesissimo binomio Pecco Bagnaia e Ducati, fresco di rinnovo prima del Qatar, ancora infatti non si è visto. Il quinto posto ad Austin non si può dire davvero che sia il risultato sognato, anzi è la dimostrazione di un feeling ancora mancante tra pilota e GP22. Eppure Johann Zarco, Jorge Martin e Jack Miller sono già saliti sul podio con quella stessa moto… Urge la svolta immediata, non c’è più tempo da perdere se non si vuole perdere il treno per le posizioni che contano. E per quell’obiettivo implicito nel suo rinnovo fino al 2024.

Si riparte da Portimao

È l’ultimo vincitore sul tracciato portoghese, in occasione del GP di Algarve dello scorso novembre. Il ricordo di un successo che dev’essere una spinta a fare bene e ad emergere finalmente anche in questa stagione 2022. Pecco Bagnaia ha cominciato ben peggio dell’anno scorso. “Eravamo già più forti ed avevamo ben più punti” ha commentato il pilota Ducati alla vigilia delle prime prove libere a Portimao. Sottolineando poi la già competitività della GP21 ed il tanto lavoro da fare su una moto nuova. Ma come detto, tre colleghi con la GP22 si sono già piazzati in top 3: Zarco in Indonesia, Martin in Argentina, Miller negli USA. Il più atteso invece, l’italiano su moto italiana nel team di punta, è mancato. Lasciando strada invece a Bastianini, rappresentante però di un team satellite. E chiaramente le domande attorno a lui si moltiplicano.

Complesso del team ufficiale?

Emergere in MotoGP è difficilissimo e lo sanno tutti i piloti approdati nella categoria. Essere poi l’uomo di punta, il pilota in cui vengono riposte le grandi speranze di gloria, lo è ancora di più. Lo sa bene Marc Marquez, il faro senza il quale Honda sta vivendo un lunghissimo periodo di magra. Ciò che ha sorpreso di Pecco Bagnaia però è stato il nervosismo mostrato già nelle prime libere in Qatar. Un rinnovo dovrebbe dare tranquillità, invece non è stato il suo caso. Essere 12° in classifica generale dopo quattro GP poi aiuta ancora meno. Idem aver visto il compagno di box sul podio con la sua stessa moto! Senza farsi mancare un commento sibillino di Miller in conferenza stampa. “Non so se una moto funzioni meglio dell’altra, lo dirà la gara.” Ed il Texas ha già fornito una prima risposta…

L’articolo MotoGP: Pecco Bagnaia e Ducati, il tempo sta scadendo proviene da Motori News.