Agosto 9, 2022

MotoGP, Suzuki: quanto ci guadagna con il ritiro dal campionato

Suzuki lascerà il campionato MotoGP alla fine della stagione 2022. Ma quanto ci guadagna il marchio giapponese?

Joan Mir (Ansa)
Joan Mir – Motori.News

Nel week-end di MotoGP a Le Mans si è fatto un gran parlare della vicenda Suzuki. Il costruttore giapponese lascerà il Mondiale a fine anno, una notizia che ha già scombussolato il mercato piloti di tutti i costruttori, nessuno escluso. Infatti se la squadra giapponese non verrà sostituita da nessuno si ritroveranno due piloti aritmeticamente fuori dai giochi essendoci due moto in meno sulla griglia della stagione 2023.

In questi giorni Carmelo Ezpeleta, CEO della Dorna, incontrerà i dirigenti del marchio di Hamamatsu. L’obiettivo è capire le reali motivazioni di una tale scelta, legate alla crisi economica internazionale, e la sanzione da comminare al brand. Lo scorso novembre, infatti, i vertici della Suzuki Ectsar avevano firmato un rinnovo quinquennale fino al 2026. La rescissione anticipata del contratto prevede una sanzione che al momento resta indefinibile, anche se potrebbe ipotizzarsi fra i 20 e 30 milioni di euro.

Suzuki fa bene i conti

Alex Rins (Ansa)
Alex Rins – Motori.News

La certezza è che fino al mese scorso nessuno all’interno della squadra avrebbe immaginato che l’azienda nipponica decidesse di chiudere il suo principale reparto corse. La notizia è stata data come fulmine a ciel sereno durante la giornata di test Irta a Jerez, con la conferma ufficiale arrivata il 12 maggio, alla vigilia del GP di Francia. Adesso toccherà ai legali di Dorna e Suzuki sedersi a tavolino e negoziare la sanzione da pagare per l’uscita anticipata dal Mondiale.

Il brand giapponese non è nuovo a simili decisioni. Si è ritirata dal Motomondiale già alla fine della stagione 2011 per poi fare rientro nel 2015, riuscendo persino a vincere il titolo iridato nel 2020 con Joan Mir. E alla fine del 2017 dal giorno alla notte ha deciso di abbandonare i campionati di motocross MXGP e MX2. Ma la domanda che tutti si pongono è quanto risparmierà Suzuki con l’uscita dalla Top Class?

Secondo alcune previsioni raccolte dal ben informato sito Speedweek.com ogni anno il marchio della ‘S’ spende tra i 30 e 40 milioni di euro per il suo team impegnato in MotoGP. Il budget per il 2022 è stato ormai investito, quindi se moltiplichiamo la cifra per quattro anni (dal 2023 al 2026) si raggiungerebbe quota 160 milioni di euro circa. Quindi al di là di quanto ammonterà la sanzione da pagare alla Dorna sarà un bel risparmio per Suzuki. Ma non tiene conto di quanto perderà a livello di immagine.

L’articolo MotoGP, Suzuki: quanto ci guadagna con il ritiro dal campionato proviene da Motori News.