Maggio 22, 2022

MotoGP, Vinales archivia il capitolo Yamaha: “Dovevo cambiare prima”

Nuova stagione MotoGP, nuova moto, nuova atmosfera per Maverick Vinales. L’obiettivo è dimenticare l’esperienza Yamaha e vincere con Aprilia.

Maverick Vinales (foto Ansa)
Maverick Vinales – MotoriNews

Per Maverick Vinales sarà l’ottava stagione in MotoGP, la prima con Aprilia dalla prima gara, dopo i cinque Gran Premi disputati nel 2021 con la Casa di Noale. L’anno scorso ha vissuto momenti complessi il pilota di Roses: vittoria all’esordio con la Yamaha, risultati e sensazioni fra alti e bassi, l’annuncio della separazione a fine campionato prima della pausa estiva. Fino al tracollo psicologico e contrattuale nel doppio week-end austriaco, che ha portato alla rescissione immediata del contratto.

Il connazionale Aleix Espargarò ha spinto tanto per portarlo subito in Aprilia, convincendo Massimo Rivola a trattare subito, visto che Lorenzo Savadori era alle prese con un infortunio. Accordo trovato subito, firma ed esordio ad Aragon dopo qualche giornata di test privati a Misano. Un cambiamento necessario per ritrovare nuovi stimoli e il sorriso, il piacere di guidare ormai perso nel rapporto con Yamaha. “L’anno scorso mi ha bruciato dentro“, racconta Maverick Vinales a Onda Cero. “In tanti mi dicono ‘Sei uscito dalla Yamaha, ora sei in Aprilia’. Nessuno lo capisce, ma avevo bisogno di uscire dalla mia comfort zone e spingermi al limite per ottenere il meglio da me“.

Maverick Vinales pronto al decollo

Maverick Vinales (foto Ansa)
Maverick Vinales – MotoriNews

Nel GP d’Austria l’ex pilota di Iwata ha mandato su di giri il motore rischiando di causarne la rottura. Una manovra che Yamaha non ha apprezzato, forse la goccia che ha fatto traboccare un vaso ormai pieno. “Arriva un momento in cui non reggi più, diventa difficile gestire i nervi. In Austria tutto era molto complesso, come il sole e la luna. Nella prima uscita tutto funzionava perfettamente, cinque minuti dopo tutto è cambiato. Non potevo accettarlo“, aggiunge Vinales. “C’erano cose inspiegabili, avrei dovuto cambiare molto prima e seguire il istinto“.

Con Aprilia ha firmato un contratto annuale, il rinnovo dovrebbe essere solo una questione formale. Anche se alla vigilia di una stagione MotoGP dove quasi tutti i contratti sono in scadenza le sorprese non mancheranno. “Quest’anno non ci saranno problemi con Aprilia, la moto va come un razzo. Per me è stato frustrante vedere come ho sofferto. Ora la storia è cambiata“.

Nei test invernali Maverick Vinales ha constatato che la RS-GP ha un grande potenziale, ma per tirarlo fuori servirà tempo, macinare chilometri, proseguire con l’evoluzione contando sulle concessioni. Serve pazienza, da controbilanciare con il desiderio di ritornare quanto prima ai vertici. “Voglio vincere, è normale. Ho ancora molto da dimostrare“. Sarà un progetto a medio-lungo termine, non è però escluso che riuscirà a togliersi qualche soddisfazione. Nel 2021 Aleix Espargarò è salito sul podio a Silverstone, ora Aprilia va alla ricerca della sua prima vittoria in MotoGP. “Quello che cerco è stare bene, divertirmi e dare il massimo“.

L’articolo MotoGP, Vinales archivia il capitolo Yamaha: “Dovevo cambiare prima” proviene da Motori News.