Ottobre 28, 2021

Nel car sharing non c’è tempo da perdere

Nel car sharing non c’è tempo da perdere

Le proposte di Zity by Mobilize.

Nel settore automobilistico le abitudini di consumo si stanno evolvendo. I clienti sono interessati sempre di più all’uso rispetto alla proprietà. Cosa cercano? Flessibilità e disponibilità, spostarsi facilmente, trovare un veicolo pulito e accessibile nelle vicinanze quando ne hanno bisogno. Poter contare su un servizio completo, pagare solo per ciò che utilizzano, a un prezzo già concordato in anticipo. Tutto qui!

Ė quello che propone il servizio di car sharing Zity by Mobilize. Per ottimizzare la disponibilità dei veicoli e ridurre i tempi di non utilizzo, la Mobilize sta lavorando su nuovi processi nell’ambito di un esperimento basato sulla Re-Factory di Flins dove un piccolo gruppo dedicato si è visto affidare una missione di grandissima importanza: dimostrare che è possibile riparare ed effettuare la manutenzione dei veicoli delle flotte di car sharing in modo rapido e ottimale. Gilles Normand, direttore Veicoli di  Mobilize, ed Alexandra, direttore generale di Zity in Francia, ci spiegano l’approccio adottato per offrire questo servizio ai gestori delle flotte.

«Dieci minuti a piedi: questa è la massima distanza a cui gli utenti del servizio si aspettano di trovare un veicolo in car sharing» dice Gilles Normand. «Per rispondere a questa sfida, la soluzione non è moltiplicare il numero dei veicoli. I gestori delle flotte come Zity by Mobilize devono innanzitutto riuscire a ridurre i tempi di non utilizzo dei veicoli, che sia per ricaricarli, pulirli, ripararli o farne la manutenzione. Perché se i costi di riparazione si accumulano e le rotazioni dei veicoli sono troppo lente, la gestione della flotta può diventare un vero e proprio problema. Per i gestori delle flotte, il tempo è denaro! I tempi morti, che siano per riparare o fare la manutenzione dei veicoli delle flotte di car sharing, è un centro di costo che può lievitare in modo esponenziale, se non è tenuto sotto controllo».

Per rispondere a questa necessità, Mobilize ha avviato con Zity by Mobilize un esperimento nella Re-Factory del gruppo Renault di Flins. Lo scopo è quello di testare con un gruppo ristretto e dedicato di operatori professionali, un processo di riparazione e manutenzione ottimale per le flotte di veicoli in car sharing. In 70 anni di vita lo stabilimento di Flins ha visto passare molti modelli iconici e ancora oggi dalle sue catene di montaggio escono Renault Zoe e Nissan Micra. Trasformandosi in Re-Factory entra in una nuova era e diventa il primo stabilimento europeo di economia circolare dedicato alla mobilità. Tra i quattro centri di attività di questo progetto di trasformazione, quello chiamato Re-Trofit si occupa di prolungare la durata di vita dei veicoli e dei loro utilizzi. Nel prossimo futuro, la Factory VO, che copre oltre 8.500 mq ed è dedicata al ricondizionamento dei veicoli usati, accoglierà i veicoli provenienti dai gestori delle flotte.

«Ė proprio qui che si stanno svolgendo le prove di Mobilize su scala reale. I team testano tutte le operazioni necessarie per effettuare la manutenzione dei veicoli con la flotta di Zity by Mobilize e cercano di ottimizzare ogni singola fase del percorso: dall’arrivo dei veicoli al lavaggio fino alla rimessa in circolazione, passando per diagnosi, riparazione, eventuale ordinazione di ricambi e prove su strada» dice Alexandra. «Per un servizio di car sharing efficace come ZityY by Mobilize è necessario mettere in atto un certo numero di misure, per disporre di veicoli revisionati, puliti e ricaricati in meno di 10 minuti dall’ultimo cliente».

Per garantire un servizio di tale qualità, sono stati scelti operatori professionali dedicati con una perfetta conoscenza dei veicoli per effettuare gli interventi di manutenzione, come i lavori sulla carrozzeria, i ritocchi di vernice, il ripristino dello stickering e la pulizia. Un altro vantaggio non trascurabile: possono sempre contare su un’inesauribile fonte di ricambi disponibili.

Basandosi sulla Re-Factory di Flins, Zity by Mobilize può così disporre di tutta la capacità e le competenze necessarie per dimezzare i tempi di non utilizzo dei veicoli ossia 7 giorni al massimo. Ora che il processo è in fase di rodaggio, i team trattano 5 veicoli a settimana. L’obiettivo è quello di passare a 40 veicoli al mese che corrisponde al fabbisogno stimato di un parco di 500 veicoli come quello di Zity by Mobilize a Parigi.

Dopo Parigi, Boulogne-Billancourt e Clichy, Zity by Mobilize ha esteso la sua area di servizio a 4 città a sudovest di Parigi: Issy-les-Moulineaux, Meudon, Sèvres e Vanves. La flotta di veicoli proposta in car sharing si compone di Renault Zoe e Dacia Spring, senza differenze di prezzo. Grazie alla Re-Factory di Flins, Mobilize si prefigge lo scopo ambizioso di proporre ai gestori delle flotte un business model redditizio all’insegna del risparmio. Quanto basta per soddisfare gli utenti!