Nuova KIA Sportage: aspettando l’”europea”, i punti chiave su Adas e ibrido

Nuova KIA Sportage: aspettando l’”europea”, i punti chiave su Adas e ibrido

“Un’opportunità per fare qualcosa di nuovo”, per dirla con le parole di Karim Habib, responsabile del centro stile KIA. Sfruttata appieno, verrebbe da aggiungere, leggendo il design di nuova KIA Sportage. Un progetto globale, la quinta generazione. Si svela per passi progressivi, in attesa che arrivi in Europa nel 2022. E nei prossimi mesi, la Sportage europea, dettaglierà le differenze dimensionali rispetto al modello destinato, ad esempio, agli USA. 

Nuova Kia Sportage 2022

NUOVA KIA SPORTAGE

Per la prima volta, infatti, avremo una nuova Sportage a passo lungo (mercati extra-europei) e a passo corto, per collocarsi nel segmento C storicamente d’appartenenza. Lo farà verosimilmente posizionandosi nella fascia alta, viste le dimensioni di Kia Sportage 2022 annunciate nella specifica passo lungo. Misura 4,66 metri in lunghezza per 1,86 metri in larghezza, a fronte di un’altezza di 1,66 metri e un passo di ben 2,75 metri. Contenendo questa misura deriveranno ingombri minori e, prevedibilmente, un bagagliaio un po’ meno generoso rispetto ai 637 litri dichiarati dalla Sportage passo lungo.

DESIGN

La narrazione del modello necessariamente ruota intorno alle linee sperimentali scelte dai designer che hanno collaborato alla stesura del linguaggio stilistico. C’è un’ispirazione di EV6, KIA elettrica (approfondisci i dettagli del modello), evidentissima nello sviluppo del volume posteriore e dei fari full led. Superfici scavate, spigoli vivi, giochi cromatici definiscono il volume che tra tutti può ritenersi essere il più “ordinario”.

[See image gallery at www.fleetmagazine.com]

L’espressione dinamica è la cifra della Sportage 2022. Dove la sperimentazione estetica è massima, è sul frontale. La completa rilettura del muso a Naso di tigre si trasforma da calandra – alta, tra i fari – a un’intera fascia, che ingloba i proiettori, le aperture per il raffreddamento della meccanica. Spiccano alcuni elementi su altri. Sono in primis i gruppi ottici full led e anche Matrix led a richiesta, scomposti tra i boomerang delle luci diurne, periferici alla fascia e al tempo stesso “cornice” dei proiettori principali, posizionati  con geometrie quasi a rombo.

Leggi anche: Guida KIA Sportage a noleggio, i costi

Spicca il trattamento 3D della superficie della griglia. Non c’è dubbio che sarà un suv compatto in grado di distinguersi nella mischia e le soluzioni adottate sul muso catturano l’attenzione. Al punto da relegare in secondo piano un profilo pure caratterizzato, per la linea di cintura alta e arcuata, le superfici ancora con un gioco di pieno-vuoto.  

Si può definire polarizzante il design esterno di nuova KIA Sportage: non lascia indifferenti. Due versioni andranno a personalizzare in senso diametralmente opposto lo stile: Kia Sportage X-Line toccherà le corde dell’off-road, avrà un portapacchi al tetto e una colorazione verde dedicata. Kia Sportage GT-Line sarà l’alternativa sportiva. 

INTERNI

interni di KIA Sportage

Altra lettura, invece, all’interno. C’è un’integrazione spinta degli elementi, che vale una promozione completa. Da segnalare il vetro curvo che racchiude la multimedialità del sistema connesso KIA e la strumentazione digitale. Un pannello unico, touch, leggermente orientato verso il guidatore, per dimensioni in entrambi i casi da 12 pollici di diagonale.

Apprezzabili gli sforzi per integrare intorno le bocchette della climatizzazione, numerose e favorevoli a un’aerazione diffusa. La plancetta digitale, touch, al centro della plancia comanda i flussi del clima, mentre il tunnel si raccorda bene, giocando su colori e materiali, nel racchiude il selettore delle modalità di guida e trazione, i comandi di alcuni Adas, il selettore del cambio – del tipo shift-by-wire, privo di collegamenti fisici tra selettore e trasmissione -.

La resa nell’insieme è molto convincente, amplificata dal gioco di colori, tonalità in grado di esaltare la luminosità dell’ambiente. 

MOTORI

Quel che ancora nuova Sportage non aveva rivelato era la gamma di motorizzazioni. In attesa di scoprire nel dettaglio quale sarà l’offerta sul mercato europeo, faranno parte delle opzioni globali il motore turbo benzina 1.6 litri da 180 cavalli, abbinato al cambio doppia frizione 7 marce o a un manuale 6 rapporti. L’alternativa diesel 2.0 è un’unità da 185 cavalli e 420 Nm di coppia, sfruttati ricorrendo al cambio automatico 8 marce.

Motori di Kia Sportage 2022

C’è poi una solida offerta elettrificata, che spazia dal sistema full hybrid per arrivare a un ibrido plug-in, entrambi accomunati dall’avere un’unità termica 1.6 litri. Le differenze saranno, anzitutto, nella capacità del pacco batteria. Specifico delle due Sportage ibride sarà il controllo E-Handling, al momento introdotto come una soluzione utile a migliorare le doti dinamiche del suv. A entrare in gioco sarà certamente la gestione elettronica della componente elettrica, nei prossimi mesi scopriremo in quale forma.

Approfondisci: Al volante dell’ibrido plug-in Sorento, ecco come va

Quale che sia la motorizzazione, una delle novità più interessanti della nuova Sportage è il Terrain Mode. Il selettore regola i parametri di funzionamento del motore, dell’erogazione di trazione, del cambio, per adattare il sistema alle condizioni di aderenza su fondi specifici: sterrati, fango, neve. Il Drive Mode, invece, propone profili specifici: Comfort, Eco, Sport e Smart. 

ADAS

Del capitolo di sistemi di assistenza alla guida, su nuova Sportage 2022 c’è il meglio dell’offerta KIA. Il livello più avanzato di assistenza si realizza con l’Highway Driving Assist, per una guida di Livello 2 in autostrada che abbina il cruise control adattivo al mantenimento attivo del centro della corsia. Una gestione dinamica e predittiva, che può scomporsi in singoli Adas.

Adas di nuova KIA Sportage

Da un lato il Cruise control intelligente “guidato” dal navigatore, con le indicazioni in tempo reale sul traffico a contribuire nell’adeguamento della velocità. Dall’altro le funzioni di mantenimento attivo di corsia, potenziate dal Blind Spot Collision Avoidance Assist: opera correggendo la traiettoria se la variazione è a rischio incidente con un veicolo nell’angolo cieco.

Sul mercato il suv porterà anche la funzione di parcheggio da remoto, il Remote Smart Parking Assist. 

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato sulle novità di Fleet Magazine seguici sui nostri canali social. Siamo su Facebook, Linkedin, Instagram e Google News. Iscriviti al canale Youtube ufficiale e non perderti tutti i Test Drive e gli altri video della nostra redazione.

L’articolo Nuova KIA Sportage: aspettando l’”europea”, i punti chiave su Adas e ibrido proviene da Fleet Magazine.

Redazione

Redazione