Aprile 17, 2024

Nuovi sviluppi dei motori elettrificati Nissan

Nuovi sviluppi dei motori elettrificati Nissan

Un nuovo approccio rende i modelli EV e e-Power ancora più competitivi.

 Nissan ha presentato X-in-1, il nuovo approccio allo sviluppo di propulsori elettrificati per rendere i suoi motori 100% elettrici ed e-Power ancora più competitivi grazie alla condivisione e modularità dei loro componenti principali. In questo modo, entro il 2026, i costi di sviluppo e di produzione si ridurranno del 30% rispetto al 2019 ed i costi dei modelli e-Power sarà pari a quello dei modelli con motore termico tradizionale. Inoltre. l’adozione di batterie allo stato solido a partire dal 2028 – che costeranno la metà e si ricaricheranno in un terzo del tempo rispetto alle batterie attuali – garantirà a Nissan un ulteriore vantaggio competitivo

X-in-1 è frutto dell’esperienza Nissan nei motori elettrici, maturata a partire dal 2010 (anno di lancio di Leaf) e messa a supporto dei successivi sviluppi di tecnologie di elettrificazione che hanno portato nel 2016 al lancio di e-Power che è di fatto un elettrico senza spina con un motore elettrico che muove le ruote della vettura ed uno termico che produce energia.

Oltre al piacere di guida tipico degli EV, con accelerazione brillante, una coppia subito disponibile ad ogni regime e la silenziosità, e-Power permette di adottare tecnologie come e-Pedal Step (per accelerare e rallentare usando un solo pedale) ed e-4orce (il sistema di trazione integrale con due motori elettrici, uno su ogni asse, e un sistema di regolazione dell’azione frenante sulle singole ruote).

Nissan ha quindi realizzato un prototipo di propulsore 100% elettrico denominato 3-in-1, costituito da 3 componenti: motore, inverter e riduttore, e un prototipo di e-Power denominato 5-in-1, costituito da 5 componenti: motore, inverter, riduttore, generatore e moltiplicatore, per dimostrare i principali vantaggi offerti del nuovo approccio X-in-1, che sono: maggiore efficienza produttiva derivante dalla condivisione e dalla modularità dei singoli elementi costruttivi e della tecnologia di controllo; possibilità di utilizzare la stessa linea di produzione per motori 100% elettrici e e-Power; motori più leggeri e meno ingombranti, che si traduce in minori consumi, minore rumorosità e minori vibrazioni; motori di nuova concezione con riduzione dell’uso di terre rare all’1% del peso.