Oltre lo sguardo

Oltre lo sguardo

Quando si guida, vedere tutto quello che circonda l’auto, non solo davanti. ma anche sotto le impronte a terra dei pneumatici.

Quando si è alla guida, nella giungla urbana, ci sono insidie spesso “traditrici”, nel senso che non sono di facile identificazione specialmente per quanto riguarda il loro impatto dimensionale. Si tratta di marciapiedi, paletti di delimitazione, panettoni e dissuasori. Altrettanto insidiosa può essere la marcia in fuoristrada, per la difficoltà di valutare adeguatamente le condizioni del terreno su cui ci si sta muovendo.

Ecco che il poter disporre di un monitoraggio del terreno di marcia diventa un prezioso aiuto alla guida e alla sicurezza particolarmente interessante. Il gruppo Jaguar Land Rover è stato il primo ad introdurlo nel segmento di mercato della sua Evoque. La tecnologia si chiama Ground View  e, come dice la parola stessa. permette di vedere tutto quanto circonda la parte anteriore del veicolo, grazie a tre telecamere: una, dotata di un obiettivo supergrandangolo, è inserita nella parte bassa del frontale; le altre due nella parte inferiore degli specchietti. Il sistema è in grado di comporre, riunendo in una sola immagine, l’intero quadrante che circonda l’anteriore del veicolo.

Ma c’è di più: non appena si percorrono pochi metri, il sistema mostra la parte inferiore del pianale ricostruendo un’immagine virtuale del terreno che le ruote stanno solcando. Si tratta ovviamente di una ricostruzione grafica dato che non c’è una vera e propria camera sotto il cofano anteriore, ma tanto basta per capire a che punto siamo nell’eventuale superamento di un ostacolo.

La resa è realistica e fa capire bene come è meglio districarsi tra eventuali ostacoli bassi che dall’abitacolo sarebbero quasi invisibili: per questo motivo questa funzione viene indicata anche come una sorta di cofano anteriore “trasparente”.

Si potrebbe pensare che la funzione sia utile soprattutto in fuoristrada, ma come già accennato è proprio nella realtà urbana che dà il meglio di sé: paletti, marciapiedi, panettoni e dissuasori sono perfettamente in vista con tanto di posizione “virtuale” dei pneumatici anteriori in trasparenza sull’immagine. E’ una dotazione sul mercato da poco più di un anno sull’alto di gamma, ora non è escluso che possa prendere presto piede anche nel mass market.

paolo

paolo