Progetto pilota Audi per “lounge” di ricarica rapida

Progetto pilota Audi per “lounge” di ricarica rapida

Hub di ricarica sostenibili e modulari per il rifornimento HPC con potenze sino a 300 kW. Area “lounge” e possibilità di prenotazione della colonnina. Capacità di 2,45 MWh grazie al riutilizzo delle batterie e all’apporto dei sistemi fotovoltaici. Installazione delle prime stazioni entro la fine del 2021.

Audi accelera la trasformazione in fornitore di servizi per la mobilità elettrica premium: nel 2021, per la prima volta nella sua storia, oltre metà dei modelli introdotti sul mercato sarà a zero emissioni. Parallelamente al rafforzamento dell’offerta BEV è attesa una crescita degli accessi alla rete di ricarica pubblica. Una soluzione ai picchi di domanda sarà rappresentata dall’hub Audi: una stazione di rifornimento ad alta potenza (HPC) prenotabile dagli utenti, così da garantire rapidità e sicurezza nella pianificazione del viaggio, corredata di un’area lounge per l’attesa.

La struttura modulare dell’hub di ricarica Audi prevede una serie di colonnine, una linea di alimentazione a bassa portata e un sistema di stoccaggio dell’energia mediante batterie agli ioni di litio giunte a seconda vita. Accumulatori di derivazione automobilistica che, anziché essere avviati al riciclo, sono destinati a un riutilizzo statico permettendo di gestire le fasi di picco nella domanda grazie a 3 moduli dalla capacità complessiva di 2,45 MWh. Forte di sei postazioni con potenze sino a 300 kW, l’hub Audi è alimentato mediante una semplice rete a 400 Volt e ciascun modulo di stoccaggio riceve energia a 11 kW.

Il ricorso a una linea di alimentazione dalla portata contenuta favorisce la diffusione capillare degli hub Audi, non richiedendo ingenti opere di adeguamento strutturale. Un vantaggio cui contribuisce l’apporto dei sistemi fotovoltaici al tetto: l’energia sostenibile così prodotta si aggiunge a quanto stoccato durante la notte nei moduli di batterie ed erogato nelle ore diurne.  Gli hub di ricarica dei Quattro Anelli possono essere trasportati, installati e resi operativi in tempi ridotti e indipendentemente dalla capacità della rete locale.

«La realizzazione di un’innovativa “lounge” di ricarica flessibile, sostenibile e ad alte prestazioni è espressione dell’avanguardia Audi. I clienti possono prenotare il servizio, beneficiare di un’area comfort e rifornire rapidamente grazie alla potenza elettrica degli hub» dice Oliver Hoffmann, membro del Board per lo sviluppo tecnico di Audi AG

Rifornire un modello elettrico Audi richiede una sosta di poco superiore a una pausa caffè, come nel caso di Audi e-tron GT, prima granturismo a elettroni dei quattro anelli. Grazie alla potenza di ricarica in corrente continua (DC) sino a 270 kW, la sportiva dei Quattro Anelli assorbe energia sufficiente per percorrere 100 chilometri WLTP in 5 minuti, mentre la ricarica dal 5% all’80% dell’accumulatore richiede meno 23 minuti. Per rendere l’attesa un’esperienza premium, l’area “lounge” al piano superiore dell’hub di ricarica Audi prevede l’erogazione di bevande e snack oltre alla disponibilità di molteplici soluzioni d’intrattenimento.

Il progetto pilota dell’hub di ricarica Audi sarà implementato in Germania entro la fine del 2021, per poi essere esteso al resto d’Europa. Il concept prevede l’accesso all’infrastruttura anche da parte dei clienti di altre Marche, limitatamente alle colonnine non prenotate.

paolo

paolo