Settembre 26, 2022

SBK Most, Razgatlioglu (Yamaha) fa bis: la nuova classifica mondiale

La prima parte del Mondiale Superbike 2022 si chiude con Alvaro Bautista leader di classifica, ma a Most è Toprak Razgatlioglu il protagonista.

Toprak Razgatlioglu (Ansa)
Toprak Razgatlioglu – Motori.News

Il campionato del mondo di Superbike si ferma a Most, un Repubblica Ceca, ultima tappa prima della pausa estiva che si chiuderà a settembre, quando i piloti si ritroveranno in Francia, a Magny-Cours. Una pista che lo scorso anno ha aizzato un polverone di polemiche, con la penalizzazione ai danni di Toprak Razgatlioglu che si è visto togliere il primo tris di vittorie nel WorldSBK.

Il reclamo avanzato dalla Kawasaki accese gli animi nella scorsa stagione e il campione turco della Yamaha non l’ha certo dimenticato. A Most vince gara sprint e gara-2 e si porta a -38 punti dal leader Alvaro Bautista, dopo un inizio di Mondiale non troppo esaltante. “Sono molto soddisfatto, ho fatto il massimo, volevo solo vincere. La squadra ha fatto un lavoro eccellente. Andiamo alla pausa sapendo di poter lottare sempre per la vittoria. Magny-Cours è la mia pista preferita, l’anno scorso ho fatto due vittorie, sarebbero tre ma non fa nulla… Quest’anno riproverò a fare tre vittorie“.

Bautista leader del Mondiale SBK

Alvaro Bautista (Ansa)
Alvaro Bautista – Motori.News

Alza la voce il fuoriclasse della Yamaha, ma la testa del Mondiale resta saldamente nelle mani della Ducati e di Alvaro Bautista, che sa bene come tenere botta anche nei week-end più difficili. In attesa che arrivino piste ben più favorevoli. Chiude la prima parte del campionato al comando, al ritorno potrà gestire i 31 punti di differenza dal diretto inseguitore Jonathan Rea.

Il sei volte iridato della Kawasaki, Jonathan Rea, in Repubblica Ceca non ha centrato nessuna vittoria e in gara-1 è finito persino fuori dal podio. Nell’ultimo round ha provato a giocarsela con i due rivali, ma nei giri finali la sua Ninja non rispondeva perfettamente alle sue richieste quando era al massimo angolo di piega. “E’ stata una dura battaglia, ho dato tutto, non ho nessun rimpianto e mi sono divertito“, ha detto il nordirlandese.

Ad andare in vacanza con grande fiducia è però il team Ducati che vede avvicinarsi un sogno inseguito da tempo. Alvaro Bautista lascia Most con una vittoria e due podi, aumentando il vantaggio su Rea in classifica ma vedendo avvicinarsi Razgatlioglu. “La Ducati è velocissima sul dritto ma in alcuni punti faccio più fatica“, ha detto lo spagnolo. Ma non ci sono motivi per lamentarsi: “Siamo contenti per come è andata la prima metà dell’anno“.

La classifica SBK dopo Most

1. Alvaro Bautista, Ducati 298
2. Jonathan Rea, Kawasaki 267
3. Toprak Razgatlioglu, Yamaha 260
4. Andrea Locatelli, Yamaha 148
5. Michele Rinaldi, Ducati 134
6. Iker Lecuona, Honda 127
7. Axel Bassani, Ducati 115
8°. Alex Lowes, Kawasaki 113
9. Scott Redding, BMW 110
10. Xavi Vierge, Honda 79
11. Loris Baz, BMW 65
12. Garrett Gerloff, Yamaha 55
13. Philipp Oettl, Ducati 40
14. Luca Mahias, Kawasaki 31
15. Luca Bernardi, Ducati 23
16. Roberto Tamburini, Yamaha 23
17. Eugenio Laverty, BMW 18
18. Xavi Fores, Ducati 12
19. Kohta Nozane, Yamaha 12
20. Michael van der Mark, BMW 11
21. Ilya Mikhalchik, BMW 10
22. Cristoforo Ponsson, Yamaha 8°
23. Leon Haslam, Kawasaki 4
24. Hafizh Syahrin, Honda 4
25. Tarran Mackenzie, Yamaha 3
26. Peter Hickman, BMW 2
27. Leandro Mercado, Honda 2

L’articolo SBK Most, Razgatlioglu (Yamaha) fa bis: la nuova classifica mondiale proviene da Motori News.