Agosto 9, 2022

Sony e Honda: alleanza per la mobilità

Sony e Honda: alleanza per la mobilità

Honda e Sony hanno annunciato che intendono formare una nuova società per costruire e vendere veicoli elettrici. I due marchi intendono creare la nuova società quest’anno e vendere il primo modello EV entro il 2025. Honda fornirà impianti di produzione e Sony la sua esperienza incentrata sulla tecnologia.

Cosa vuol dire se una Casa automobilistica come Honda si allea con un’azienda tecnologica come Sony per creare un nuovo marchio di veicoli elettrici? Il mondo potrebbe scoprirlo presto. I due giganti del settore hanno infatti da poco annunciato che lavoreranno insieme per sviluppare e vendere insieme nuovi veicoli elettrici. Mentre Honda e Sony stanno ancora negoziando i dettagli di tale partnership, hanno affermato in una dichiarazione congiunta che l’obiettivo è creare una joint-venture entro l’anno.

Si dice che l’ambizioso piano includa anche la vendita di un primo modello EV, frutto di questo accordo, entro il 2025, con ulteriori piani per la commercializzazione e la fornitura di servizi di mobilità. Il piano aziendale prevede che la nuova società gestisca gli aspetti di progettazione, sviluppo, pianificazione e vendita. Honda sarà incaricata di produrre i veicoli utilizzando le sue strutture mentre Sony dovrebbe essere responsabile della costruzione della piattaforma per il servizio di mobilità. Il graduale aumento di questi tipi di veicoli nei prossimi due decenni coinciderà con il calo della produzione e l’eventuale eliminazione delle offerte di combustione interna della Casa automobilistica. La missione di Sony potrebbe essere quella di allargare il suo lo spettro di influenza tecnologica dal soggiorno di casa all’auto e quella di Honda di consentire questa estensione tecnologica all’interno dell’”hardware” auto. Con la tendenza del settore verso touchscreen sempre più grandi e tecnologia a guida autonoma, Sony è in grado di creare un’interfaccia utente come quella di uno smart-phone, un audio di qualità home hi-fi e schermi con la risoluzione  di una smart TV.

Tutto molto avvincente e correlato con la guida autonoma e l’entertainment. L’appeal tecnologico di oggi e domani. Un know-how, questo, non proprio sotto il diretto controllo dei costruttori auto tradizionali. Non ci sono molte aziende che hanno un così forte riconoscimento del marchio in aree come la diffusione di suono e immagini come Sony. Un’immagine di grande affidabilità, che certamente proverà a riversare sull’auto puntando a estenderla all’area sicurezza. L’automotive sta ridisegnando il suo spazio e questi accordi sono di fatto solo la punta dell’iceberg. Quello di un automotive con lo sguardo sempre più orientato alla mobilità, nella sua accezione più ampia. Una metamorfosi senza soluzione di continuità per cercare di mantenere saldo il proprio ruolo di leadership, in un business sempre più competitivo.