Ottobre 6, 2022

Casco moto, mai circolare con la visiera aperta: non solo la multa | Ti confiscano tutto quanto

Quando si decide di andare in moto non può mai mancare con noi il casco, il quale risulta una protezione a dir poco necessaria.

Casco moto
Casco moto – Motori.News

Come andremo a vedere quest’oggi però sul mercato ci sono vari modelli disponibili e non tutti saranno uguali. Per questo motivo prima di acquistare il nostro primo casco dovremo pensare bene a quale sia quello più adatto a noi.

In questa guida vedremo qual è il casco più adatto alle nostre esigenze

Dopotutto sappiamo come per legge saremo obbligati ad indossare il dispositivo di protezione ogni volta che saliremo in moto o in scooter. Non solo, su quest’ultimo non dovremo mirare al risparmio dato che dovrà essere resistente ed in grado di proteggerci dagli urti.

Ovviamente però, i bikers difficilmente accettano compromessi per quanto riguarda l’aspetto estetico e per questo dovremo scegliere un casco che si sposi bene con la nostra tuta ed il nostro mezzo.

casco
Casco integrale- Motori.News

Per prima cosa, dunque, dobbiamo specificare come esistano tre tipologie diverse di caschi. Partiamo, dunque, parlando di quello integrale adatto per percorsi extraurbani dove si raggiungono velocità superiori agli 80 km/h.

Questi, infatti, sono progettati per una maggiore resistenza contro il vento, i detriti del manto stradale e gli insetti. Il casco Jet, invece, è studiato per lasciar passare maggiormente aria essendo aperto sul volto.

Sarà molto pericoloso abbassare la visiera

Ovviamente però quest’ultimo è maggiormente indicato per i percorsi cittadini dove non vengono raggiunte velocità proibitive. D’altronde avere un pò più di respiro gioverà sicuramente al nostro confort alla guida.

Il modello jet come abbiamo visto ha anche molteplici pecche, già indossandolo capiremo subito che la protezione offerta è inferiore rispetto ad altri tipi di casco. Ad esempio il mento sarà completamente scoperto e quindi vulnerabile in caso di caduta.

Persino il vento ed i rumori col casco jet ci sembreranno amplificati, rendendolo poco adatto, dunque, per percorsi ad alta velocità di percorrenza. Discorso diverso per quello integrale il quale fa della propria resistenza il suo più grande punto di forza.

casco
Casco jet- Motori.News

Oltre ad offrire una grande resistenza in caso di caduta, infatti, questo risulta anche particolarmente comodo da indossare dato che all’interno possiede un’imbottitura.

Proprio quest’ultima, inoltre, sarà perfetta per attutire i suoni rendendo il nostro viaggio una vera e propria esperienza in cui saremo soli con la nostra moto. Infine ci sarà anche il modulare il quale è una via di mezzo fra i due modelli.

Parliamo però, allo stesso tempo, anche dei vari rischi che ci sono nel guidare un mezzo a due ruote. Molti, infatti, preferiscono viaggiare con la visiera abbassata esponendosi ad alcuni rischi come ad esempio quello di venir colpiti da alcuni detriti stradali lanciati dal veicolo avanti a noi.

Ma non solo, rischieremo di colpire anche diversi insetti se ci abbasseremo la visiera per questo il nostro consiglio è quello di non farlo mai.

La multa per il casco

Se il casco non è omologato e fai un incidente con la moto non ci sarà alcun tipo di risarcimento, anzi dovrai pagare una multa molto salata.

Infatti viaggiare con un casco non omologato equivale a dire viaggiare senza casco: la multa sarà la stessa e potrà raggiungere una cifra di 333 euro.

Oltre alla multa ci sarà il fermo amministrativo della moto e la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida.

L’articolo Casco moto, mai circolare con la visiera aperta: non solo la multa | Ti confiscano tutto quanto proviene da Motori News.