Ottobre 6, 2022

CID, dopo l’incidente sbrigati a farlo: perdi tutti i soldi anche se hai ragione

Incidente auto, capita almeno una volta nella vita di averne uno e di non sapere come comportarsi.

Incidente auto e CID
Incidente auto e CID – Motori.News

Questo perché i punti di domanda che incombono nella nostra testa sono veramente infiniti. Tutti dovrebbero avere in macchina il modulo della contestazione amichevole, anche se non è sempre così.

Eppure è meglio portarlo sempre dietro perché questo agevola la pratica della richiesta del risarcimento.

Cid, ecco cosa fare in caso di incidente auto

La compilazione del modulo di richiesta di risarcimento dopo l’incidente auto, non è obbligatoria ma è consigliata sia nel caso in cui si ha colpa, sia in caso contrario. Il modulo è valido anche se non ha la firma della controparte, che comunque, in caso di disaccordo può anche opporsi e negare la firma.

Il cid è un documento che viene consegnato dalle assicurazioni, tramite questo modulo i conducenti coinvolti nel contenzioso, possono descrivere le circostanze dell’incidente auto e accordarsi, sulla dinamica. Bisogna sapere che si può compilare un solo modulo per due auto. Quindi se l’incidente ha coinvolto, tre o quattro vetture, servirò di un cid. Inoltre, è valido sia per le auto, che per le moto e per i camion.

incidente auto
Incidente auto-Motori.news

Il documento di contestazione amichevole, vale come denuncia del sinistro, se non si può compilare nell’immediato, quindi direttamente sul luogo dell’incidente, lo si può compilare dopo. Non possono però trascorrere più di 3 giorni. Per quanto riguarda la richiesta di indennizzo invece c’è tempo fino a 2 anni dall’incidente, trascorso questo termine, non si ha più diritto al risarcimento perché cade in prescrizione.

Qualora nell’incidente auto dovessero verificarsi reati, come lesioni colpose, questo termine per la richiesta di indennizzo, va da 2 anni a 5. L’assicuratore deve provvedere comunque subito a dimostrare i danni subiti, ma può farlo anche l’utente. Quest’ultimo può richiedere la liquidazione del risarcimento accorciando i tempi dell’istruttoria.

Il rinnovo della polizza, ecco un valido consiglio

A questo proposito si consiglia, quando è tempo di rinnovo della polizza auto, di valutare anche il cambio di compagnia per trovare l’assicurazione più economica. Per farlo, si possono confrontare vari preventivi, anche on-line, per poi scegliere quello che risponde alle proprie esigenze.

Farlo è semplicissimo, ciò che serve fornire sono i dati dell’automobile, come per esempio la targa del veicolo in questione, la data di nascita del proprietario e altre informazioni di poco conto come per esempio dove deve sostare la macchina di notte. Poi bisogna semplicemente avviare la ricerca: in pochi minuti si hanno a propria disposizione tutti i preventivi delle assicurazioni on-line e delle più conosciute, che consentono di valutare le offerte più vantaggiose.

L’articolo CID, dopo l’incidente sbrigati a farlo: perdi tutti i soldi anche se hai ragione proviene da Motori News.