Agosto 9, 2022

“Corri a fare il pieno”: l’inaspettato annuncio sul caro benzina | Non è rimasto ancora tanto tempo

Il costo dei carburanti sta salendo di nuovo. C’è già chi sta facendo scorta, in previsione di una nuova stangata su benzina e diesel.

Caro Benzina
Caro Benzina – Motori.News

E’ servito a poco o nulla l’ormai passata riforma sul taglio delle accise, che aveva riportato il costo sotto i 2 euro dopo una salita repentina dei prezzi. Già dopo pochi giorni, il prezzo che si era ribassato intorno ai 1.65 euro – 1.75 euro, aveva subito un rialzo di una ventina di centesimi. Adesso ci ritroviamo quasi a dover superare nuovamente la soglia dei 2.00 euro a litro.

Inoltre siamo agli sgoccioli del decreto, che ha validità soltanto di 30 giorni. Ed esattamente il 21 aprile, con la cessazione della riforma, potremmo assistere ad una nuova corsa al rialzo per i costi dei carburanti.

 

Ed ovviamente come se non fosse già più che sufficiente, la recente intenzione da parte di Putin di essere pagato in rubli, sta facendo tremare i mercati. Che a loro volta portano scompiglio nei prezzi delle stazioni di servizio.

L’aumento dei prezzi della benzina sembra non avere fine

Cosa succederà quindi quando si incomincerà a pagare la Russia in rubli? Non è ancora chiaro ma si prevede che questa misura possa riflettersi concretamente sul rincaro dei carburanti.

Inoltre il governo non ha previsto nessun rinnovo, ancora, del decreto taglia accise. Quindi i 0.30 euro che sono stati tagliati fuori, torneranno ad alzare il prezzo che potrebbe assestarsi inizialmente sui 2.30 euro/2.40 euro litro. Tornando il prezzo “libero” potrebbe ripresentarsi lo stesso problema degli speculatori finanziari, che hanno fatto salire i prezzi vertiginosamente meno di un mese fa.

prezzo benzina al rialzo
Prezzo dei carburanti torna a salire per via dei pagamenti in rubli richiesti dalla russia – Motori.news

Torniamo poi alla situazione dei pagamenti in rubli. Appena sarà attivo nei prossimi giorni, potrebbe causare una reazione di rincaro dei prezzi di carburante diesel e benzina. Anche se da noi per ora non si è palesata nessuna complicazione, abbiamo visto che in altri paesi europei i prezzi, per esempio del gas, sono aumentati.

putin e pagamento in rubli
Putin accetterà il pagamento del gas soltanto in rubli, o taglierà le forniture di gas – Motori.news

E’ quindi possibile che questa situazione possa veramente far arrivare il prezzo intorno i 3.00€. Proprio queste ore sia Francia che Germania hanno dichiarato di non voler accettare di pagare in rubli, e questo può portare alla totale cessazione dei rifornimenti tra Europa e Russia.

È il caso di munirsi di taniche di carburante d’emergenza?

E’ una situazione molto delicata a livello politico in questo momento, ed ogni nuova vicenda che si presenza, ora dopo ora, cambia le carte in tavola per quanto riguarda i prezzi relativi al costo carburanti.

Oggi abbiamo la possibilità di acquistare benzina e diesel ad un prezzo inferiore ai 1.80€ litro, decisamente molto più basso rispetto a quello che potrebbe arrivare nei prossimi giorni. Se avete la possibilità di fare scorta, forse non sarebbe una pessima idea. Ci attendono ancora settimane di grande incertezza, meglio essere pronti a tutto.

L’articolo “Corri a fare il pieno”: l’inaspettato annuncio sul caro benzina | Non è rimasto ancora tanto tempo proviene da Motori News.