Nuova BMW M4 Competition, ora anche cabriolet

Nuova BMW M4 Competition, ora anche cabriolet

Ad ampliare la gamma della nuova BMW M4 Competition ci sarà ora anche la versione scoperta cabriolet, la quale permette di godere delle prestazioni con i capelli al vento. La versione scoperta verrà costruita nello stabilimento di Dingolfing, lo stesso che dà vita alla M4 Coupé, alla M5 e agli altri allestimenti della Serie 4 Cabrio. Ora il passaggio alla nuova generazione è quasi completo, manca solo la BMW M3 Touring.

MOTORE E PRESTAZIONI

La M4 Competition Cabrio può contare sulla trazione integrale M xDrive che permette di scaricare sulle quattro ruote motrici 510 CV e 650 Nm di coppia. Potenza prodotta dal 3.0 a sei cilindri in linea con doppio turbocompressore Mono Scroll.

Il sistema M xDrive si integra col differenziale attivo M ed entrambi sono collegati al DSC, il controllo dinamico della stabilità. Quest’ultimo è configurabile in varie modalità.

Si passa dall’impostazione 4WD (la più equilibrata e in grado di gestire equamente la potenza sui due assi) alla 4WD Sport, nella quale viene inviata una maggiore coppia alle ruote posteriori. Se si disattivano tutti i dispositivi, invece, la M4 si trasforma in una trazione posteriore vera e prorpria.

Il cambio è automatico ad 8 rapporti il quale garantisce cambiate fulminee e che per mette alla BMW di raggiungere i 100 km/h da ferma in appena 3,7 secondi, ovvero 2 decimi in più rispetto alla variante coupé. Lo 0-200 km/h viene invece raggiunto in 13,1 secondi. La velocità massima è limitata elettronicamente a 250 km/h, ma col pacchetto M Driver si arriva fino a 280 km/h.

ESTERNI

Il punto focale della nuova BMW M4 Competition Cabriolet è ovviamente la capote. Più leggera del 40% rispetto al tetto del predecessore la capote può essere aperta o chiusa in 18 secondi, anche in movimento, grazie al suo meccanismo di azionamento elettrico. La capacità di carico del bagagliaio varia tra i 300 e i 385 litri a seconda che il tetto sia chiuso o aperto.

Gli elementi esterni M giocano un ruolo fondamentale nel donare sportività alla vettura. Tra questi l’immancabile e tanto discussa griglia a doppio rene verticale BMW nel design specifico M, grandi prese d’aria di raffreddamento per motore e freni, passaruota fortemente sagomati e distintivi M Side Gills. Al posteriore presenti due coppie di terminali di scarico integrati nel diffusore specifico M. Completano il tutto le minigonne laterali ben estese. Presenti inoltre, come optional il pacchetto esterno M Carbon e componenti BMW M Performance per un look ancora più cattivo.

INTERNI ED INFOTAINMENT

L’abitacolo della M4 Cabriolet è chiaramente incline alla sportività ma non per questo si rinuncia al lusso. I sedili sportivi M presentano finitura in pelle Merino e la possibilità di essere riscaldati di serie. Per la ventilazione dei sedili bisognerà invece pagare un extra. I sedili avvolgenti in carbonio M sono disponibili unicamente come optional.

Tra le altre specifiche standard troviamo climatizzatore automatico a tre zone, illuminazione ambientale, sistema di altoparlanti hi-fi, oltre a BMW Live Cockpit Professional con raggruppamento del display completamente digitale, sistema di navigazione basato su cloud BMW Maps e BMW Intelligent Personal Assistant.

Ampia la selezione di sistemi di assistenza alla guida messi a disposizione dalla nuova BMW M4 Competition Cabriolet. Tra questi il Driving Assistant Professional che include Steering and Lane Control Assistant, Active Navigation e Emergency Lane Assistant. Parking Assistant con Reversing Assistant disponibile come optional.

L’articolo Nuova BMW M4 Competition, ora anche cabriolet proviene da Motori News.

Redazione

Redazione