Ottobre 6, 2022

Paolo Simoncelli amaro dopo Silverstone: l’idea del boss SIC58 è sorprendente

Paolo Simoncelli deluso dopo la gara anonima dei suoi piloti in Gran Bretagna. E medita sul futuro, non manca un’idea bizzarra. 

paolo-simoncelli-moto3-silverstone
Paolo Simoncelli, SIC58 – MotoriNews

Il fine settimana a Silverstone ha riaperto il Mondiale MotoGP in maniera forse inaspettata. Battaglie senza respiro in tutt’e tre le categorie, gare indimenticabili per riaccendere i motori. E per infiammare ancora di più tre lotte iridate che sembravano in parte congelate alla fine della prima parte di campionato. In MotoGP ed in Moto3 i divari sono consistenti, meno in Moto2, con gli italiani purtroppo sempre a rincorrere. Gare che sono piaciute praticamente a tutti, anche a Paolo Simoncelli, il capo di SIC58 Squadra Corse in Moto3. Anche se c’è amarezza per la gara anonima dei suoi piloti. Ed il team owner italiano medita una soluzione piuttosto particolare.

“Che bella lotta! Ma…”

Paolo Simoncelli ha l’abitudine di commentare il round Moto3 appena completato a pochi giorni dall’evento. Per SIC58 però non stanno arrivando particolari soddisfazioni quest’anno, con nessuno dei due piloti. Magari qualcosa a sprazzi, come la seconda fila di Riccardo Rossi in griglia, poi non concretizzata in gara, tutt’altro… Il post nel blog del sito quindi non può essere gioioso. Una delle gare più belle mai viste negli ultimi dieci anni in Moto3. Veramente da cardiopalma: sorpassi, all’esterno, all’interno, staccate all’ultimo sangue. Nessuno è riuscito ad andarsene via in solitario.” Una gara quindi indimenticabile, con una grossa pecca. “Noi lì davanti a giocarci le prime posizioni non c’eravamo” ha ammesso Simoncelli, pizzicando poi i suoi ragazzi. “Anzi eravamo nelle retrovie, stando attenti a non recuperare posizioni.” Ricordando una volta di più a Fellon la sua ‘incapacità di sorpassare’. Oltre a non aver digerito il fatto di aver saputo da altri della firma con un’altra squadra per il 2023… Si aggiunge il black out di Rossi, scomparso dalle zone alte dopo le ottime qualifiche. Alla fine sono arrivati punti, ma Simoncelli non ha nascosto la delusione.

“Mollerei tutto per…”

Non sono però mancati i complimenti per tutti gli altri piloti Moto3. Come detto in precedenza, è stata una gara senza respiro dal via fino alla bandiera a scacchi. Tantissimi piloti in aperta competizione per il podio, nessuno si è risparmiato. “I miei complimenti a tutti, dai rookies ai più esperti” ha scritto Simoncelli. “Ma a Foggia in primis, è stato fortissimo e si merita la Moto2.” Per poi tornare al commento più personale, con un’idea sorprendente. “Mollerei tutto per aprire un chiringuito a Bora Bora.” Una soluzione forse troppo drastica… “C’è sempre un periodo in cui vedi tutto buio. Poi giorno dopo giorno metabolizzi il problema, inizia a vagliare le soluzioni, ti dici che si può risolvere.” Paolo Simoncelli non sta raccogliendo soddisfazioni, ma è già al lavoro per il futuro con i suoi uomini. Chissà con quali sorprese!

L’articolo Paolo Simoncelli amaro dopo Silverstone: l’idea del boss SIC58 è sorprendente proviene da Motori News.