La Opel Corsa-e Rally elettrica si “farà sentire!”

La Opel Corsa-e Rally elettrica si “farà sentire!”

Opel Corsa-e Rally elettrica si distingue anche per le caratteristiche acustiche. Gli ingegneri Opel creano un inconfondibile suono da rally.

Opel ha deciso di montare sulla Opel Corsa-e Rally elettrica un particolarissimo sound system che permette di sentire la vettura durante i rally. Gli spettatori e i commissari delle prove speciali devono infatti essere in grado di udire la vettura quando si avvicina. La necessità di montare un sound system è emersa con chiarezza fin dalle prime fasi del suo sviluppo. La federazione tedesca delle competizioni sportive automobilistiche obbliga le auto rally a essere udibili per la sicurezza di commissari e spettatori. Tuttavia, come in altri campi di questa rivoluzionaria formula del rally elettrico, nessuno aveva alcuna esperienza di sound system.

Prima di tutto si è dovuto affrontare il problema dell’hardware, che deve essere potente e robusto. Gli altoparlanti disponibili sul mercato sono solitamente installati all’interno dei veicoli o degli edifici, per cui solo di rado sono impermeabili. Affinché gli spettatori possano sentire bene l’arrivo di un’auto rally elettrica, però, gli altoparlanti devono essere montati all’esterno, dove sono totalmente esposti alle vibrazioni, alla polvere e all’umidità.

Gli ingegneri Opel si sono messi alla ricerca di altoparlanti robusti e molto resistenti e hanno trovato quello che stavano cercando nel mondo degli accessori navali. All’anteriore e al posteriore della Corsa-e Rally adesso vi sono due altoparlanti resistenti agli spruzzi d’acqua, ciascuno con una potenza fino a 400 Watt. Sono alimentati da un amplificatore che riceve il segnale dalla centralina. Questa “scatola nera” funziona grazie a un software appositamente scritto che converte i dati provenienti dal veicolo.

Il sistema non dipende dalla velocità, bensì dal regime di rotazione del motore, e permette quindi di avvertire il rotolamento delle ruote. L’elaborazione dello schema definitivo del suono ha richiesto diversi mesi. Il software è stato costantemente sviluppato e adesso si basa su un “suono in folle” da fermo che può essere adattato a tutti i regimi.

Il volume può essere regolato a due livelli di potenza. Quando si percorrono le strade pubbliche, tra una prova speciale e la successiva, si utilizza la modalità silenziosa. Il volume viene messo al massimo solo durante le prove speciali. Secondo i regolamenti è compito della squadra regolare il volume di conseguenza.

«Non volevamo simulare il rumore di un motore a combustione interna, ma puntavamo a creare un sound elettrico originale e adatto a questo progetto»  dice Jörg Schrott, direttore Opel Motorsport. «Siamo molto contenti del risultato e siamo convinti che questo suono emozionerà i tifosi durante le prove speciali, anche se è volutamente diverso da quello di una classica auto da rally con motore a combustione interna».

paolo

paolo