Agosto 20, 2022

Occhio a questo gesto innocuo che fanno tutti alla guida: la multa è d’obbligo

Prima di mettersi alla guida dell’auto bisogna utilizzare una serie di accorgimenti. Basta fare questo gesto quasi automatico e veniamo multati

Multa per gesto innocuo
Multa per gesto innocuo – Motori-News

Come evitare la multa per questa ‘disattenzione’

Quando la mattina ci mettiamo in macchina per andare a lavorare, accompagnare i figli a scuola, fare la spesa o semplicemente per fare delle commissioni, dobbiamo partire sapendo che il veicolo che guidiamo è perfettamente in regola con tutte quelle che sono le indicazioni del Codice della Strada.

Quindi avere una macchina efficiente e funzionante, possedere all’interno della stessa libretto di circolazione aggiornato e foglio dell’assicurazione auto, sono prerogative indispensabili se si vuole viaggiare in sicurezza e senza la preoccupazione di incorrere in sanzioni salate.

Ci sono però dei comportamenti che il guidatore deve assumere quando è alla guida del veicolo, pena la possibilità di essere fermati e sanzionati. Probabilmente in pochi sanno che una abitudine che hanno buona parte degli italiani, soprattutto quando sopraggiunge la stagione calda, è una cosa assolutamente vietata e da evitare.

Uomo al volante
Uomo al volante – motori.news

Stiamo parlando della guida con il braccio tenuto fuori dal finestrino. Sembra una cosa banalissima che non reca danno a nessuno, soprattutto quando siamo in fila e marciamo a passo di lumaca. Ma non si può fare né in questo caso né quando si viaggia in autostrada. Il Codice della Strada non è d’accordo con questa pratica e ci spiega anche il perché.

La multa per chi guida con il bracco fuori dal finestrino

Come dicevamo sopra, che viene colto in questo tipo di flagranza di reato (e cioè con il braccio appoggiato al finestrino durante la marcia), secondo quanto recita l’articolo 141, comma 2, può essere fermato e sanzionato dalle forze dell’ordine (polizia, carabinieri e vigili urbani) e fatto oggetto di una sanzione che parte da 42 euro ma può arrivare fino a 173 euro.

La norma del che abbiamo citato del Codice della Strada non parla testualmente di ‘braccio fuori dal finestrino’, ma fa comprendere benissimo il senso di questa indicazione: “Il conducente deve sempre conservare il controllo del proprio veicolo, ed essere in grado di compiere tutte le manovre necessarie in condizione di sicurezza, specialmente l’arresto tempestivo del veicolo, entro i limiti del suo campo di visibilità e dinanzi a qualsiasi ostacolo prevedibile”.

Signora al volante
Signora al volante – motori.news

Il Codice della Strada, questo è bene ricordarlo, non prevede, a meno che non ci siano gravi motivazioni per prendere un’altra decisione, la decurtazione dei punti della patente nel caso del braccio fuori dal finestrino.

Il sunto è che mentre si è in strada alla guida di un veicolo in movimento, bisogna sempre tenere tutte e due le mani sul volante e non farci distrarre da nulla che non sia la strada.

E a ricordarci di tenere sempre le mani sul volante, citiamo un altro articolo, sempre il Codice della Strada, che riguarda una condotta malsana fatta da molti cittadini, l’uso del cellulare mentre si guida: “È consentito l’uso di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare purché il conducente abbia adeguata capacità uditiva ad entrambe le orecchie che non richiedono per il loro funzionamento l’uso delle mani”.

L’articolo Occhio a questo gesto innocuo che fanno tutti alla guida: la multa è d’obbligo proviene da Motori News.