Agosto 20, 2022

Seconda vita per le batterie di Jaguar I-Pace

Seconda vita per le batterie di Jaguar I-Pace

Jaguar Land Rover collabora con Pramac per creare un’unità di ricarica a zero emissioni utilizzando batterie esauste della Jaguar I-Pace. Il sistema di immagazzinamento dell’energia viene caricato con i pannelli solari.

Jaguar Land Rover collabora con Pramac, leader globale nel settore dell’energia, per sviluppare un’unità portatile di stoccaggio dell’energia a zero emissioni alimentata da batterie Jaguar I-Pace di seconda vita. Il sistema di stoccaggio ESS (Off Grid Battery Energy Storage System), di Pramac dispone di celle agli ioni di litio da batterie prese da prototipi e veicoli di prova e fornisce energia a zero emissioni dove l’accesso alla rete elettrica è limitato o non disponibile.

La collaborazione è la prima nei piani di Jaguar Land Rover per creare nuovi modelli di business di economia circolare per le batterie dei suoi veicoli. Come parte del suo impegno per raggiungere lo stato zero netto entro il 2039, l’azienda lancerà programmi che offrono una seconda vita e oltre usi per le batterie dei suoi veicoli elettrici.

Le applicazioni delle batterie al di fuori delle auto sono possibili perché le batterie di Jaguar Land Rover sono progettate secondo gli standard più elevati e possono quindi essere impiegate in modo sicuro in molteplici situazioni a bassa energia una volta che la salute della batteria scende al di sotto dei severi requisiti necessari per far funzionare un veicolo elettrico. La fornitura di batterie di seconda vita per applicazioni stazionarie, come lo stoccaggio di energia rinnovabile, potrebbe superare i 200 gigawattora all’anno entro il 2030, creando un valore globale di oltre 30 miliardi di Dollari.

Il sistema di punta ha una capacità fino a 125 kWh – più che sufficiente per caricare completamente il pluripremiato SUV completamente elettrico Jaguar I-Pace o per alimentare una normale casa familiare per una settimana. Pramac riutilizza direttamente fino all’85% della batteria del veicolo fornita da Jaguar Land Rover all’interno dell’unità di stoccaggio, compresi i moduli e il cablaggio. I materiali rimanenti vengono riciclati di nuovo nella catena di fornitura.

Caricata da pannelli solari, l’unità è una soluzione autonoma che consiste in un sistema di batterie collegato a un convertitore bidirezionale e ai relativi sistemi di gestione del controllo. Disponibili per il noleggio commerciale, le unità sono dotate di connessioni di ricarica per veicoli elettrici (EV) di tipo 2 con controllo dinamico e valutate fino a 22 kW AC per consentire la ricarica dei veicoli elettrici.

Per dimostrare la sua capacità, l’unità ha aiutato Jaguar TCS Racing a prepararsi per il 2022 ABB FIA Formula E World Championship durante i test nel Regno Unito e in Spagna, dove è stata utilizzata per far funzionare l’attrezzatura diagnostica all’avanguardia del team che analizza le prestazioni in pista delle auto da corsa, e per fornire energia ausiliaria al garage dei box Jaguar.

Una batteria ESS Off Grid sarà anche distribuita al Jaguar Land Rover Experience Centre di Johannesburg, in Sudafrica – il più grande del mondo – per aiutare il sito a far fronte all’erogazione incoerente di energia dalla rete.