Maggio 22, 2022

Al via gli ordini di Alfa Romeo Tonale, disponibile anche a noleggio

L’8 febbraio scorso è, finalmente, arrivata l’Alfa Romeo Tonale in versione di serie, 4 anni dopo la presentazione dell’omonima concept car. E oggi arriva (l’altro) atteso annuncio: sono partiti gli ordini per la prima vettura ibrida del marchio.


Disegnata e prodotta interamente in Italia (a Pomigliano, insieme alle parenti Jeep), Alfa Romeo Tonale èà ordinabile nella sua edizione di lancio e arriverà sul mercato italiano a giugno. Entro la fine del 2022 debutterà anche negli altri mercati globali.

Prima di scoprire quanto costa e quali allestimenti offre, ricordiamoci un po’ di com’è fatta “la diva”. (O, se volete saltare ai prezzi cliccate qui).

Leggi Anche: Alfa Romeo presenterà un B-SUV anti-MINI Contryman

ALFA ROMEO TONALE: IL NUOVO CORSO DI ALFA ROMEO

La versione di serie assomiglia molto al concept presentato nel 2019 a Ginevra, anche se appare visivamente più grande e presenta comunque diverse modifiche. Ad ogni modo che è evidente che la prima “metamorfosi” lanciata da Tonale riguarda il design, sensibilmente diverso – pur all’insegna della tradizione – da quanto visto su Stelvio e Giulia.

[See image gallery at www.fleetmagazine.com]

Debuttano i nuovi fari ondulati, molto moderni nella forma e racchiusi in una forma esterna rettangolare che si integra alle feritoie che separano il cofano dal paraurti, confluendo poi nel grande e immancabile scudetto centrale. Sono più spessi e grandi rispetto alla concept car, ma in grado di dare comunque un’impronta personale e immediatamente riconoscibile alla vettura.

La griglia è divisa in tre, e la disposizione va a ricordare un trifoglio: c’è ovviamente il già citato scudetto, e la parte inferiore divisa in due, con anche il comparto che racchiude i numerosi ADAS presenti sulla vettura che, anticipo, è dotata di guida autonoma di livello 2.

Anche i cerchi segnano una reinterpretazione del classico design Alfa Romeo: cinque anelli con al centro il logo, qui più infossato rispetto a prima, i quali sembrano sovrastare una stella, di cui si vedono solo le punte tra un cerchio e l’altro. Il design è dinamico, ed enfatizzato dalla pinza dei freni rossa che segna la sportività.

Il posteriore è elegante, la parte rimasta più in continuità col prototipo di qualche anno fa. I fari sono sottili e larghi, con trama ondulata che poi si connette al centro dove campeggia il logo del Biscione. Sotto, solo il badge Tonale, mentre il dinamismo è dato da una carrozzeria convessa e bombata, e dalla zona del paraurti inferiore particolarmente sportiva.

Leggi Anche: Come ti cambio il logo, ecco il significato e l’evoluzione di tutti gli stemmi dei marchi automobilistici

GLI INTERNI

Mai visti, su un’Alfa Romeo, interni così tecnologici e al contempo sportivi. I designer si sono infatti ispirati alla storia racing di Alfa Romeo, con linee dinamiche e potenti. Il driver è al centro, come dimostra la strumentazione a lui orientata, ma in generale tutto l’abitacolo è pensato per ospitare comodamente i suoi passeggeri.

Spicca il quadro strumenti “a cannocchiale”, chiara impronta stilistica del marchio, e il volante compatto dalla forma sportiva, che tra l’altro integra il pulsante di accensione, a dimostrazione degli intenti non “tranquilli” della vettura.

Sul tunnel centrale uno degli elementi essenziali di Alfa: il nuovo selettore delle modalità di guida D.N.A., e la plancia “driver oriented” dinamica grazie a bocchette del clima appositamente disegnate (quelle interne sottili, quelle esterne con la celebre forma a turbina).

Tutto è reso prezioso dalla texture diamantina, che si ispira alle lavorazioni meccaniche con incisioni a laser. I rivestimenti, invece, sono pregiati e, sulle versioni più ricche, in Alcantara e pelle. I sedili hanno uno stile giovane e sono particolarmente ergonomici, pensati per un impiego quotidiano con tessuti in neoprene che derivano dall’abbigliamento sportivo.

Alla qualità costruttiva, si diceva, si unisce la tecnologia. Il cruscotto digitale a cannocchiale è costituito da un display da 12,3 pollici, mentre lo schermo touch centrale è da 10,25, per una superficie totale di 22,5 pollici, la più alta tra i C-SUV.

Debutta su Tonale il sistema Uconnect 5, basato su Android e per questo interamente personalizzabile e dotato di aggiornamenti Over The Air grazie alla connettività 4G. L’interfaccia HMI (Human Machine Interface) è fluida e intuitiva, e permette di avere sempre a portata di mano tutte le funzionalità. Tra l’altro il sistema è compatibile di serie e wireless con CarPlay e Android Auto.

Il sistema integra Alexa, con il quale l’utente può interagire vocalmente per regolare le luci o il riscaldamento della propria abitazione, cercare un ristorante, fare la lista della spesa senza mai distrarsi. Tre i layout dell’OS: Evolved, Relax e Heritage, quest’ultimo ispirato alle Alfa più iconiche.

Inoltre, la Tonale è equipaggiata con gli Alfa Connect Services, connettività di bordo avanzata e servizi utili quali “My Navigation”, avvisi in tempo reale sulle condizioni traffico e meteo, e autovelox. I servizi si integrano all’app My Alfa Connect, che monitora la Tonale a distanza.

Leggi Anche: Spazio, minimalismo e modularità sono le parole chiave dell’auto del futuro

DNA ELETTRIFICATO

La “metamorfosi” di Alfa Romeo parte, insomma, con la Tonale, e si concretizza nei suoi motori elettrificati con attenzione a non stravolgere il DNA del marchio, ma semplicemente a reinterpretarlo.

Due i livelli di elettrificazione. La prima è leggera, con badge Hybrid che esordisce con il nuovo motore Hybrid VGT (Variable Geometry Turbo) 1.5 4 cilindri da 160 CV o da 130 CV, con turbocompressore a geometria variabile e iniezione diretta.

Sono entrambi esclusivamente a trazione anteriore e con cambio automatico doppia frizione a sette marce, nel quale si integra un motore elettrico P2 48 Volt da 15 kW e 55 N/m in grado di trasmette moto alle ruote anche quando il motore termico è spento – in maniera simile a quanto visto sulle nuove Jeep e-Hybrid.

Ciò permette alla Tonale di partire e muoversi in elettrico alle basse velocità, in fase di veleggiamento e nelle manovre di parcheggio.

TRAZIONE INTEGRALE ALTAMENTE ELETTRIFICATA

Il secondo livello di elettrificazione è il Plug-in Hybrid Q4, con trazione integrale e potenza di ben 275 CV, con un’autonomia in modalità full electric fino a 80 km in ciclo cittadino. Si tratta della versione al contempo più potente ed efficiente della gamma, che garantisce un’accelerazione 0-100 in 6,2 secondi.

Veloce anche la ricarica (una delle migliori per una plug-in hybrid): grazie infatti al quick charger da 7,4 kW, l’accumulatore riesce ad arrivare al 100% in 2 ore e mezza.

EFFICIENZA E PIACERE DI GUIDA

Su tutti i propulsori è installato un bel starter generator che assicura transizioni veloci e silenziose in fase di riaccensione, mentre l’Intelligent Brake System ottimizza la funzionalità “autorecharge”, con frenata rigenerativa mista che massimizza il recupera l’energia in fase di decelerazione.

Ciò permette di dare ai driver una vera “hybrid experience” all’insegna di prestazioni di alto livello e alta efficienza, grazie alla combinazione tra i motori 1.5 benzina e il motore elettrico. Diverse le funzionalità disponibili:

  • Silent Start, che avvia il veicolo in modalità solo elettrica e quindi silenziosa;
  • Energy Recovery, che recupera l’energia mentre la vettura decelera e frena;
  • Boost & Load Point Shift. Con l’e-Boosting la Tonale incrementa la coppia alle ruote mentre il motore elettrico supporta quello a benzina.
  • Electric Drive, per viaggiare in modalità elettrica con motore elettrico spento.

A proposito di guida elettrica, numerose sono le situazioni in cui la Tonale può sfruttare il motore a batterie con le sue “EV Capabilities”. Si tratta di:

  • e-Creeping: il motore elettrico fornisce lo spunto di solito disponibile solo su auto con cambio automatico, con la velocità del veicolo che varia tra 0 km/h e quella della prima marcia;
  • e-Launch: il veicolo parte con il solo ausilio del motore elettrico;
  • e-Queueing: permette di spostarsi nel traffico intenso con un flusso “Stop&Go”
  • e-Parking: semplifica il parcheggio rendendolo silenzioso.

Leggi Anche: Grande attesa per il rilancio di Alfa Romeo.

PREZZI, ALLESTIMENTI E OFFERTA LANCIO

Iniziamo da dove ordinare Alfa Romeo Tonale. Due vie: ci si potrà recare presso in concessionario, oppure (registrandosi sulla piattaforma online) direttamente dal web.

Al lancio sarà disponibile nella versione “Edizione Speciale”. L’allestimento propone il motore 4 cilindri 1.5 Hybrid da 130 CV versione Hybrid. Il motore termico è affiancato quindi ad un elettrico da 15 kW di potenza e 55 Nm di coppia. 

L’ALLESTIMENTO SPECIALE

Non c’è che dire, l’allestimento di lancio di Alfa Romeo Tonale “Edizione Speciale” è piuttosto ricco:

  • cerchi in lega di 20’’;
  • pinze freno rosse Brembo;
  • fari full led adattivi Matrix;
  • cristalli posteriori oscurati;
  • palette del cambio in alluminio;
  • sistema di accesso senza chiave (keyless entry);
  • portellone automatico con sistema apertura “senza mani”;
  • sistema multimediale Navi Touch con schermo di 10,25’’;
  • controllo vocale compatibile con Apple CarPlay e Android Auto;
  • il cruscotto digitale visibile su un pannello di 12,3”;
  • ricarica wireless dello smartphone;
  • volante sportivo in pelle;
  • sensori di parcheggio anteriori e posteriori con retrocamera.

Inoltre, tra gli ADAS, che su Alfa Romeo Tonale Edizione Speciale sono conformi al livello 2 di guida autonoma, ci sono 8tra gli altri) cruise control adattivo, il riconoscimento dei segnali stradali e la frenata automatica d’emergenza.

FINANZIAMENTO

Il prezzo diAlfa Romeo Tonale Edizione Speciale è 39.000 euro, ma per il lancio prevede un finanziamento, a fronti di un anticipo di 11.560 euro, con 36 rate da 299 euro al mese.

Alla scadenza del contratto, poi ci sono tre soluzioni: sostituire la vettura acquistandone una nuova, tenere l’auto pagando la rata finale residua o rifinanziandola, oppure restituirla.

Il valore garantito della vettura alla fine del finanziamento è pari alla rata finale residua di 21.652,30 euro, con importo totale dovuto di 32.425,30 euro (interessi 4.186,81 euro, TAN fisso 5,45%, TAEG 6,78%). Il chilometraggio totale ammesso è di 45.000 km (costo supero 0,05/km) e la garanzia viene estesa di 5 anni.

ANCHE A NOLEGGIO

Alfa Romeo ha anche deciso di proporre Tonale Edizione Speciale attraverso il Noleggio Chiaro di Leasys (attraverso il quale il cliente ha diritto di prelazione sull’acquisto della vettura al termine del periodo di noleggio).

Con la formula del noleggio a lungo termine, Tonale è proposta con una suite completa di servizi: copertura RCA, l’assistenza stradale, il servizio di manutenzione ordinaria e straordinaria, coperture furto, incendio e riparazione danni e il servizio di infomobilità I-Care.

L’offerta presenta un canone mensile a partire da 389 euro e un anticipo di 14.500 euro. La formula include 36 mesi e 30.000 km.

FOLLOW US

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegram ufficiale e Google News. Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti le ultime novità di Fleet Magazine.

L’articolo Al via gli ordini di Alfa Romeo Tonale, disponibile anche a noleggio proviene da Fleet Magazine.