Settembre 26, 2022

Cintura di sicurezza posteriore, se non la metti non rischia solo il conducente: addio patente

L’obbligo dell’utilizzo della cintura di sicurezza anche nei posti posteriori, è sconosciuta a molti, ed a rischiare è anche il conducente.

Cintura di sicurezza posteriore
Cintura di sicurezza posteriore – Motori.News

La cintura di sicurezza è uno degli elementi essenziali, che ci sono in una macchina. Essa è fondamentale per salvare vite, il problema è che sé lo sforzo per farla attaccare nei posti anteriori ha portato a ottimi risultati, in quelli posteriori viene poco usata. Molti sottovalutano che non indossare la cintura di sicurezza anche dietro, non comporti ad una sanzione amministrativa, ma non è così, e rischia di prenderla anche il conducente. Scopriamo cosa ci dice la legge in merito, e cosa rischia anche chi guida.

Il Codice della Strada ci spiega tutto

L’articolo 172 del Codice della Strada ci immerge nella norma, che vigila sull’utilizzo della cintura di sicurezza. La legge ci dice che la cintura va indossata da tutti, sia davanti che dietro, altrimenti si rischia una multa. Ci sono delle eccezioni vero, ma riguardano le forze dell’ordine, i vigili del fuoco e chi è dentro l’ambulanza. Altri casi, ci possono essere, per chi fa degli specifici lavori, ma anche per chi ha un certificato medico. Gli altri sé non sono dei bambini sotto i 150 centimetri, sono obbligati ad indossarla.

Cinture per auto
Sono poche le categorie che possono non allacciarsi la cintura – motori.news

I bambini sono esenti ovviamente, perché devono stare dentro al seggiolino, visto che la cintura di sicurezza non riesce a proteggerli. La multa in cui andiamo incontro, sé non indossiamo la cintura davanti o dietro, è di un minimo di 80 euro ad un massimo di 323 euro. I punti vengono sottratti solo nel caso in cui, quello sprovvisto di cintura di sicurezza è il conducente. Sé invece viene beccato un minore, la multa dovrà essere pagata dal genitore. Ora però cerchiamo di analizzare bene, quello che succede al guidatore quando qualcuno nella sua auto, non indossa la cintura di sicurezza.

Quando rischia il conducente

Noi abbiamo visto la legge cosa ci dice sulla cintura di sicurezza, e su ciò che rischia ogni singola persona all’interno dell’auto. Il conducente quando risponde in prima persona, perché qualcuno non si è messo la cintura? Egli sì assume la responsabilità quando succede qualcosa. Sé noi facciamo un’incidente e la persona che non era attaccata si fa male, il guidatore dovrà rispondere in quanto ha l’obbligo di esigere che tutti indossino la cintura, sennò non può partire. Il problema diventa ancora più grave, in caso di decesso, dato che lì si entra nel penale, visto che parliamo di omicidio stradale.

Viaggio in famiglia
Chi guida deve sempre controllare che tutti indossino la cintura è sua la responsabilità – motori.news

La responsabilità, ecco cosa paga il conducente, quando qualcuno non indossa la cintura mentre lui guida. La sua speranza è che non accada mai nulla, sennò pagherà una pena salatissima. Il controllo degli agenti nelle strade, per verificare il giusto utilizzo delle cinture di sicurezza, è elevatissimo. Questo strumento è utilissimo nel salvare le vite, e lo ha dimostrato in tutti questi anni. Quindi sé guidate, imponete prima di partire il suo utilizzo, per stare tranquilli quando poi sarete in viaggio.

L’articolo Cintura di sicurezza posteriore, se non la metti non rischia solo il conducente: addio patente proviene da Motori News.