Dicembre 7, 2021

Dacia Duster 2021 restyling, non solo design: grandi novità sui motori

Sandero ha introdotto un nuovo corso per Dacia, anzitutto estetico. Su quel filone di design si muove Dacia Duster 2021. Un restyling di metà carriera, per la generazione del suv che ha radicalmente cambiato i temi della qualità percepita e dello stile rispetto a una prima generazione di gran successo.

Dacia Duster 2021

DACIA DUSTER 2021

Sempre essenziale, tutto il necessario a bordo – e qualcosa in più – ma affinato ulteriormente. È il caso di una migliore efficienza, ottenuta dal disegno ottimizzato dello spoiler e dei cerchi in lega, dall’adozione di gomme con un miglioramento del 10% della resistenza al rotolamento. Esempi.

Poi, c’è l’area sulla quale più rilevanti sono le novità, ovvero l’offerta di motorizzazioni. Prima, però, va detto di come si presenta, Duster 2021, la cui uscita sul mercato italiano è pianificata nel corso del prossimo settembre.

DESIGN

I fari diurni a led, per la prima volta, introducono anche le frecce anteriori nella medesima tecnologia. La grafica del proiettore adotta led diurni a Y rovesciata, come su Sandero (scopri nel dettaglio l’utilitaria e la variante Stepway), inoltre l’automatismo di conversione abbaglianti/anabbaglianti è di serie. Importante inoltre la revisione della grafica sui fari posteriori, in linea con quanto fatto sul frontale. Così, il restyling, abbandona le geometrie un po’ troppo Renegade.

MOTORI

motori di Dacia Duster 2021

Sfumature, poiché la sostanza è sotto al cofano. I motori di Dacia Duster 2021 spaziano dal turbo benzina TCe 90 cavalli, con cambio manuale, confermato nell’offerta, a due novità: il turbo benzina Tce da 150 cavalli è l’unità più potente disponibile ed è abbinato al cambio doppia frizione 6 marce EDC. Sul mercato italiano è esclusivamente in versione due ruote motrici, dove l’alternativa Duster 4×4 resta nel diesel dCi 115 cavalli con cambio manuale 6 marce.

Leggi anche: Dacia e l’elettrico, Spring conferma la formula low cost

Per abbinare bassi costi d’esercizio, emissioni ancora più basse di Co2, la scelta intelligente è nella bifuel a GPL, con la spinta del motore turbo Tce e 100 cavalli. Nulla di nuovo fin qui. Se non fosse per una capacità notevolmente superiore, incrementata di oltre 16 litri, della bombola del GPL: 50 litri in totale. L’autonomia di marcia a gas è aumentata di 250 km rispetto al passato e, sommata alle percorrenze garantite dal serbatoio di benzina da 50 litri, Dacia Duster arriva a percorrere più di 1.200 km.

Della versione 4×4 va detto di una pagina dedicata nel menu dell’infotainment, il 4×4 Monitor con informazioni specifiche e utili nella guida in off-road. È presente l’altimetro, l’inclinometro, il misuratore dell’angolo di pitch (l’affondamento del muso) e una bussola.

INFOTAINMENT

interni di Dacia Duster 2021

Si inserisce nell’offerta con schermo da 8 pollici, un display declinato in due variant: Media Radio e Media Nav. Detto come quest’ultimo abbia la navigazione satellitare e l’interfaccia wireless per Apple CarPlay e Android Auto, la specifica base offre comunque la radio DAB, le interfacce con gli smartphone via cavo, 6 altoparlanti. Un altro campo di evoluzione per Duster.

Approfondisci: Guida a noleggio Duster, costi e soluzioni

L’occasione del restyling è valsa anche per migliorare l’abitacolo, con rivestimenti diversi, design dei poggiatesta pure, l’applicazione di un utile poggiabraccio scorrevole per un’escursione di 70 mm. Dettagli mirati alla funzionalità come il cruise control al volante, retroilluminato, altri al comfort con il climatizzatore automatico, i sedili riscaldabili e l’accesso a bordo con la card.

bagagliaio di Dacia Duster 2021

Fa parte della componente Adas, dotazione che include anche dispositivi (di serie o a richiesta) come il Blind Spot Warning, il Park Assist, la visione esterna con camere a 360 gradi, fino al controllo della velocità in discesa in off-road: Adaptive Descent Control, a velocità impostabili tra 5 e 30 km/h.

L’articolo Dacia Duster 2021 restyling, non solo design: grandi novità sui motori proviene da Fleet Magazine.