Settembre 24, 2022

Franco Morbidelli-Yamaha: “Contrattualmente sono calmo, ma chissà…”

Franco Morbidelli ha un contratto in scadenza alla fine del 2023, ma in MotoGP nessuno può sentirsi sicuro al 100%.

Franco Morbidelli (LaPresse)
Franco Morbidelli – Motori.News

Non è il momento migliore per Franco Morbidelli che ha centrato una sola top 10 in questa stagione MotoGP in sella alla Yamaha M1 del team factory. Diverse le cause che hanno portato a questo difficile adattamento, ma per uno sportivo di simili livelli l’attenzione non va solo al presente. Inevitabilmente uno sguardo va rivolto anche al futuro e al suo contratto con la Casa di Iwata.

Fino a qualche settimana fa si parlava di una possibile rescissione anticipata del contratto, in scadenza alla fine della stagione 2023. Ma Lin Jarvis e Maio Meregalli hanno assicurato che i termini legali saranno rispettati e si farà il possibile per consentire al pilota italo-brasiliano di ritornare alle prestazioni conosciute nel 2020 quando si è confermato vice campione del mondo. Però l’unica strada percorribile è quella di avvicinarsi allo stile di guida di Fabio Quartararo, non certo una facile impresa.

Franco Morbidelli pronto ad ogni cambiamento

Franco Morbidelli (Ansa)
Franco Morbidelli – Motori.News

La vicenda di Maverick Vinales nell’estate 2021 insegna che tutto è possibile in MotoGP, sia in pista che dietro le quinte. Ma Franco Morbidelli è fiducioso di poter proseguire con il costruttore giapponese fino al termine della prossima stagione, sperando di trovare risultati e poter proseguire con l’avventura in sella alla YZR-M1. “Continuano a farmi questa domanda. Suppongo che il motivo sia che se un pilota non porta i risultati attesi debba sentirsi insicuro“.

Un altro recente esempio è quello di Romano Fenati, licenziato dal suo team in Moto3 dopo pochissime gare. Ma per l’allievo della VR46 Academy non accadrà la stessa situazione: “Mi fido della mia squadra e mi fido della loro fedeltà al contratto. Sono tutte brave persone. E confido di ottenere buoni risultati per eliminare ogni possibile dubbio“, ha detto Morbidelli come riportato da Motorsport-Total.com”.

Le speculazioni sul suo posto in Yamaha si erano amplificate dopo la notizia dell’uscita di Suzuki dal campionato, con Joan Mir e Alex Rins che avrebbero trovato terreno fertile su una moto per certi versi simile alla loro GSX-RR, con motore quattro cilindri in linea e il suo punto forte in percorrenza di curva. “Suzuki è un’ottima squadra e dire che non continuerai anche se hai un contratto (con la Dorna) è incomprensibile – ha proseguito Franco Morbidelli -. È una brutta situazione, un brutto episodio“. Ad ogni modo “nessuno può essere certo del futuro. Chi può essere sicuro del proprio futuro? Nessuno. Contrattualmente io sono calmo, ma chissà…“.

L’articolo Franco Morbidelli-Yamaha: “Contrattualmente sono calmo, ma chissà…” proviene da Motori News.