Maggio 17, 2022

MotoGP, capitan Espargaró: “Io e Aprilia come Dovizioso e Ducati”

Aleix Espargaró carica Aprilia per la stagione MotoGP 2022. Caccia al grande salto di qualità, sulla scia del binomio Dovizioso-Ducati. 

aleix-espargaro-motogp-qatar
Aleix Espargaró – MotoriNews

Aprilia ha chiuso un GP del Qatar a due facce. Alla disfatta di Maverick Viñales si è nettamente contrapposto il quarto posto messo a referto da Aleix Espargaró. Il capitano della casa di Noale, come l’hanno definito i vertici del team veneto fin dalla presentazione, ha iniziato la stagione con un ottimo piazzamento. Ma certamente non si accontenta, vuole molto di più. Dopo svariate stagioni insieme, il binomio iberico-italiano cerca il grande passo per essere finalmente protagonista anche in MotoGP. Il primo podio ottenuto l’anno scorso è il punto da cui ripartire.

“Ho le giuste armi per combattere”

“È un esame continuo per Aprilia” ha sottolineato il pilota di Granollers. Senza far mai mancare la costante spinta al suo team, a volte anche bacchettandolo se qualcosa non va. Sta di fatto che a Losail anche lui è stato in grado di chiudere davanti al campione MotoGP in carica Fabio Quartararo, piazzando la sua Aprilia nettamente più avanti rispetto alla M1 del francese. “È stato un vero piacere lottare con i migliori, avere le giuste armi per poter combattere” ha infatti sottolineato Aleix Espargaró una volta concluso il Gran Premio. “Per la prima volta le ho avute anche in gara!” Paragonandosi ad un binomio del recente passato. “I miei modelli sono Andrea Dovizioso e la Ducati: hanno svolto un grandissimo lavoro per anni ed è la stessa cosa che sto facendo io.”

Il fan club familiare

Una carica ed una serenità che si porta anche dalla situazione familiare. Aleix Espargaró infatti conferma sempre il grande orgoglio di papà con le tante foto via social dei suoi gemelli Max e Mia, avuti dalla moglie Laura Montero. Un trio di tifosi con cui ha voluto condividere il primo Gran Premio dell’anno, portandoseli dietro e tenendoseli accanto nel box, quando il lavoro glielo permetteva. Ma anche da casa Honda arriva l’immancabile supporto: parliamo nientemeno che del fratello Pol, che ha chiuso davanti a lui di poco in questo primo evento dell’anno. “Mi è mancato un giro per raggiungerlo! Ma si è meritato il podio” ha infatti commentato il maggiore di casa Espargaró. “Non sarebbe stata una battaglia onesta, io alla fine avevo le gomme finite” ha invece commentato ‘Polyccio’ con una risata. Ma è più che pronto alla lotta fraterna in pista, allo stesso tempo dando un’ulteriore spinta al fratello. “Aleix è veloce con l’Aprilia, io con la Honda. Sono sicuro che presto potremo battagliare insieme per il podio, sarebbe davvero fantastico!”

L’articolo MotoGP, capitan Espargaró: “Io e Aprilia come Dovizioso e Ducati” proviene da Motori News.