Maggio 16, 2022

MotoGP, Shakedown Test day-2: analisi, tempi e classifica finale

Tempi e classifica finale della seconda giornata dello shakedown test di MotoGP. Piccoli problemi in casa Honda e per Fabio Di Giannantonio.

La seconda giornata dello shakedown test MotoGP si è chiusa con il best lap di Maverick Vinales in 1’59″833. Lo spagnolo dell’Aprilia ha preso parte al day-2 potendo contare sulle concessioni di cui ancora usufruisce la Casa di Noale. In pista anche il collaudatore Lorenzo Savadori, mentre Aleix Espargarò entrerà in azione domani.

Darryn Binder
Darryn Binder (foto Withu Yamaha RNF)

Buona anche la prestazione di Michele Pirro, collaudatore di Ducati Corse, che piazza il secondo crono di giornata. All’indomani della presentazione delle nuove livree prosegue il lavoro della Casa emiliana, che ha portato in pista un aggiornamento del motore V4 e alcune novità aerodinamiche per le GP22 che saranno affidate a Pecco Bagnaia, Jack Miller, Luca Marini, Jorge Martin e Johann Zarco nel prossimo week-end, quando prenderà il via il primo vero test Irta MotoGP.

Shakedown Test: problemi in casa Honda

Sul podio immaginario della seconda giornata sale il rookie Marco Bezzecchi del team Mooney VR46. Il suo miglior giro è in 2’00″734, precedendo la KTM di Raul Fernandez, il migliore nel day-1. 5° tempo per Sylvain Guintoli, tester di Suzuki Ecstar, che sta tastando il nuovo motore della GSX-RR. Alle sue spalle Remy Gardner e Darryn Binder, i due debuttanti di KTM Tech3 e Yamaha RNF. Ricordiamo che nl box di Mattighofen ha fatto il suo esordio-ritorno anche il team manager toscano Francesco Guidotti, ex Pramac Racing.

Leggi anche – MotoGP, Test Shakedown: tempi e classifica finale day-1

In casa Honda primo giorno di lavoro con Stefan Bradl. Le casse con la moto e la sua tuta restano ancora ferme a Dubai e arriveranno mercoledì sera. Il tester tedesco ha utilizzato una RC213V allestita in fretta e furia dai tecnici HRC e indossato la tuta di Pol Espargarò, in quanto la sua è in viaggio insieme al prototipo fermo negli Emirati Arabi. La Casa dell’Ala dorata attende con ansia il ritorno di Marc Marquez per sabato 5 gennaio: per allora tutto dovrà essere al posto giusto!

Nella seconda giornata dello shakedown a Sepang chiudono la top 10 Mika Kallio, collaudatore KTM, e Lorenzo Savadori di Aprilia. Dani Pedrosa ha girato con due prototipi diversi ma senza montare il transponder, quindi i tempi non sono stati registrati. Per Yamaha non è presente Cal Crutchlow, si lavora con i due giapponesi Kohta Nozane e Katsuyuki Nakasuga. Resta fermo ai box Fabio Di Giannantonio per un problema gastrointestinale, l’obiettivo è ritornare in pista nella giornata di mercoledì.

Shakedown MotoGP, day-2: tempi e classifica finale

1. Maverick Viñales, Aprilia Racing, 1:59.833

2. Michele Pirro, Ducati Lenovo Team, 2:00.565

3. Marco Bezzecchi, Mooney VR46 Racing, 2:00.734

4. Raul Fernandez, Tech3 KTM Factory, 2:00.819

5. Sylvain Guintoli, Suzuki Test Team, 2:01.102

6. Remy Gardner, Tech3 KTM Factory, 2:01.177

7. Darryn Binder, WithU Yamaha RNF, 2:01.297

8. Stefan Bradl, HRC Repsol Honda Team, 2:01.361

9. Mika Kallio, Red Bull KTM Factory, 2:01.923

10. Lorenzo Savadori Bike 1, Aprilia Racing, 2: 02.043

11. Yamaha Test 1, 2:02.870

12. Yamaha Test 2, 2:03.000

L’articolo MotoGP, Shakedown Test day-2: analisi, tempi e classifica finale proviene da Motori News.