Settembre 26, 2022

Multe, se ti arriva senza questo dettaglio puoi contestarla: lo stanno facendo tutti

Chiunque almeno una volta nella vita, ha preso delle multe. Per esempio, per eccesso di velocità, per sosta in divieto, per non aver rispettato il limite di velocità in strade urbane, extraurbane e interurbane.

Multa non firmata
Firma sulla multa – Motori.News

Nella maggior parte di questi casi, si pensa di averla scampata grossa, in realtà anche se a distanza di mesi (bisogna comunque vedere quanti!), la multa arriva.

Pagarla è la scelta migliore, la più saggia, ma prima di farlo, bisogna sempre accertarsi che sia regolare, per esserlo è necessario che rispetti determinati requisiti.

Quando è necessaria la firma dell’agente sulle multe notificate

In molti si chiedono, se per essere valide le multe devono soddisfare il requisito della firma di chi lo ha compilato. Un tempo d’altronde era così, si compilava tutto a mano, quindi i documenti, erano tutti firmati. Da qualche decennio a questa parte le cose però sono cambiate. Dato che sono stati introdotti sistemi meccanografici, adesso nelle multe non è richiesta alcuna firma, però soltanto in alcuni casi.

Quindi, la risposta è la seguente, in alcuni casi la firma degli agenti che accertano l’infrazione, non è necessaria mentre in altri sì e questo dipende da un fattore importante. Si devono fare delle distinzioni, tra multe stradali e multe vengono contestate immediatamente.

multe-Motori.news

Quando il verbale viene notificato successivamente, a distanza di tempo, la firma non è necessaria. Lo è quando gli agenti redigono il verbale sul posto. La legge chiede che quando è possibile, la contestazione, deve essere avviata nell’immediato. Eppure, la gran parte delle multe viene firmata in differita perché ci sono momenti in cui, non si può fermare il veicolo nell’immediatezza senza mettere a repentaglio la sicurezza stradale.

Un esempio di quando l’agente non può avviare una contestazione immediata della violazione

Un esempio può essere quello di un automobilista che percorre una strada a velocità elevata, per esempio l’autostrada. L’agente presente che notifica la multa, non può permettersi di fermare l’auto senza intaccare la sicurezza stradale di automobilisti e motociclisti. In questo caso, il verbale viene compilato e poi notificato all’indirizzo di residenza del proprietario del veicolo.

In questo caso, è fondamentale che nel documento compaia l’esposizione del fatto quindi che sia chiara l’indicazione della norma violata, il giorno, il luogo e l’ora in cui è avvenuta la violazione. Poi devono comparire tutte le generalità del trasgressore identificato, il veicolo e il numero della targa. In caso di contestazione immediata, si possono scrivere anche gli estremi della patente di guida. La firma autografa dell’agente, non è necessaria se sostituita dall’indicazione a stampa solitamente presente sul documento.

L’articolo Multe, se ti arriva senza questo dettaglio puoi contestarla: lo stanno facendo tutti proviene da Motori News.