Nuova Hyundai Tucson ibrida plug-in, carica green in arrivo

Nuova Hyundai Tucson ibrida plug-in, carica green in arrivo

Dà appuntamento alla prossima primavera, quando su strada presenterà il volto green, il più ecologico tra tutti all’interno della gamma. Hyundai Tucson ibrida plug-in anticipa numeri e caratteristiche, racconta come, oltre al design – tra i migliori tratti nel segmento dei suv compatti – interpreta la visione ibrida ricaricabile.

Hyundai Tucson ibrida plug-in

MOTORE DI HYUNDAI TUCSON IBRIDA PLUG-IN

Lo fa abbinando al motore turbo benzina 1.6 litri Smartstream un motore elettrico da 67 kW (quasi 91 cavalli), insieme a operare su una trazione quattro ruote motrici, di serie come la trasmissione 6 marce automatica.

Leggi anche: Le novità Hyundai 2021, non solo Tucson

I numeri con i quali andrà sul mercato sono importanti, scorrendo la scheda tecnica che racconta dei 265 cavalli di sistema, con 350 Nm di coppia motrice. Saprà produrre prestazioni vivaci e non solo una mobilità a basse emissioni di Co2, con la possibilità di guidare in elettrico fino a 50 km, questa l’autonomia attesa nel ciclo WLTP.

BATTERIA NON INVADENTE

Chilometri a zero emissione alimentati da una batteria da 13,8 kWh, ricaricabile da postazioni a corrente alternata fino a 7,2 kW, tale è la potenza del caricatore di bordo. Tempi di ricarica, soluzioni a corrente continua e relativa potenza, proposte di Wallbox, saranno contenuti da svelare in prossimità del lancio sul mercato europeo.

[See image gallery at www.fleetmagazine.com]

Il posizionamento del pacco batterie, al di sotto del pavimento dell’abitacolo, consente di garantire un buon volume di carico nel bagagliaio, 558 litri rappresentano quasi il 10% in più rispetto alla precedente generazione di Hyundai Tucson.

I FLAP ATTIVI AIUTANO UN PO’ LE EMISSIONI

Due capitoli che non potrebbero essere più lontani, con il design a rappresentare perfettamente la rottura. Stile e funzione sono nella calandra con fari Parametric Hidden Lights, sono anche in un’aerodinamica ottimizzata dall’apertura variabile delle prese d’aria frontali.

Approfondisci: Nuova Tucson, il cambiamento è radicale

Grazie all’Active Air Flap è possibile variare, di fatto, il coefficiente di resistenza all’avanzamento (l’aerodinamica, in sintesi) migliorando l’efficienza. Il dispositivo opera in base a parametri come la temperatura del liquido di raffreddamento e la velocità del suv, sui quali si decide la chiusura o apertura delle alette presenti sulla griglia.

La conseguenza è una variazione del flusso d’aria che investe il radiatore: a flap chiusi si ha una minore resistenza all’avanzamento, con i flap aperti il normale afflusso d’aria porta con sé anche maggiore resistenza (drag).

Nuova Tucson ibrida plug-in andrà su strada con le quattro ruote motrici a ripartizione variabile HTRAC, il selettore delle modalità Terrain Mode e la possibilità di dotare l’assetto delle sospensioni adattive, che correggono la rigidità di ogni singolo ammortizzatore (elettroidraulici) in base alle condizioni dell’asfalto.

L’articolo Nuova Hyundai Tucson ibrida plug-in, carica green in arrivo proviene da Fleet Magazine.

Redazione

Redazione