Febbraio 8, 2023

Opel Astra elettrica, il tassello green che mancava

Ibrida plug-in già lo è, in entrambe le varianti di carrozzeria e con un trattamento sportiveggiante che ha introdotto la sigla GSe. Dalla prossima primavera, Opel Astra si farà guidare anche nella veste elettrica, sia berlina 5 porte che Sports Tourer, coda allungata per un extra di versatilità e spazio nel bagagliaio.

OPEL ASTRA ELETTRICA

Un’espansione dell’offerta che avviene affiancando le motorizzazioni cruciali, termiche, turbo benzina e diesel, che completano lo spettro di soluzioni presentate al cliente privato come al mondo delle aziende.

Approfondisci: Finalmente una wagon (diesel), al volante della Sports Tourer

Il punto più avanzato dell’elettrificazione avviene, ovviamente, ad architettura invariata, quella EMP2 progettata per ospitare motori termici e in grado di “far posto” al pacco batteria, installato sotto al pavimento. 

MOTORE E BATTERIA 

Replica uno schema apprezzato in casa Stellantis, Opel Astra elettrica.

Leggi anche: Le novità Opel in arrivo nel 2023

La più recente evoluzione del motogeneratore, nella proposta da 156 cavalli e 270 Nm, eroga la coppia sulle ruote anteriori ed è alimentato da una batteria da 54 kWh. Sono i valori, ad esempio, della Peugeot 308 elettrica. 

autonomia di opel astra elettrica

AUTONOMIA E RICARICA

Quanta strada farà in elettrico? Il dato dichiarato dice 416 km nel ciclo WLTP, un risultato apprezzabile per un modello che opera nel segmento C con 4,37 metri di lunghezza e, per dimensioni della Sports Tourer, si spinge verso valori che da C superiore visti i 4,64 metri.

Batteria composta da 17 moduli e ricaricabile in corrente alternata con il caricatore di bordo da 11 kW, di serie. Operazioni che si velocizzano, rispetto alle 4-5 ore necessarie utilizzando una postazione da 11 kW, se si ricorre a una colonnina da 100 kW: mezz’ora è sufficiente per riportare la carica all’80%. 

PRESTAZIONI E CONSUMI

Opel Astra, in tutte le motorizzazioni proposte a listino, così come per le attenzioni che riserva al comfort e all’ergonomia delle sedute, va considerata una berlina compatta incline alle lunghe percorrenze. Non difetta di una velocità massima adeguata, l’elettrica: raggiunge i 170 km/h, sebbene sia un’andatura decisamente nemica dell’autonomia di marcia, come per tutte le auto elettriche.

Interni di opel astra elettrica

Nell’impiego ordinario del WLTP, invece, i consumi di energia sono molto interessanti, visto il dato di 14,9 kWh/100 km dichiarato da Opel. 

Verso la commercializzazione della prossima primavera, Astra elettrica si annuncia con una dotazione ricca. Dai sedili sportivi (a richiesta rivestiti in Alcantara) alla componente infotainment Pure Panel con due schermi da 10 pollici, passando per i cerchi da 18”, la suite Adas Intelli-Drive 2.0, la disponibilità dei fari adattivi Intelli-Lux Pixel. 

CONTINUA A LEGGERE SU FLEETMAGAZINE.COM

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegram ufficiale e Google News.
Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti le ultime novità di
Fleet Magazine.

L’articolo Opel Astra elettrica, il tassello green che mancava proviene da Fleet Magazine.