Agosto 9, 2022

Questa comunissima dimenticanza alla guida è letale, ti lasciano senza patente per mesi

Stare alla guida di un qualsiasi mezzo vuol dire conoscere il Codice della Strada e quindi rispettarlo.

Comunissima dimenticanza letale guida
Comunissima dimenticanza letale alla guida – Motori.News

Il Codice pone l’automobilista e non solo, dinanzi ad una lunga serie di regole di comportamento per assicurare la sicurezza di tutti gli utenti della strada. Il principio primo è la prudenza. Nel Codice della Strada c’è una sezione tutta dedicata alle regole di comportamento.

Si parte dal semplice fermarsi al segnale di stop o al semaforo rosso, per giungere ai limiti di velocità, alle conseguenze penali della guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di sostanze stupefacenti.

Tutti i comportamenti considerati rischiosi sono punibili mediante la legge in proporzione alla loro pericolosità. Ad esempio è pesantemente sanzionato il conducente che supera i limiti di velocità.

Guida senza cintura, ecco a cosa si va incontro

Chi è alla guida spesso sottovaluta un particolare molto importante, la cintura e l’obbligo di utilizzo. L’utilizzo della cintura è obbligatorio e fa parte delle norme di prudenza, l’articolo che tratta l’argomento è il numero 172 del Codice della Strada. Il soggetto che viola la norma rischia 332 euro di multa e 2 mesi di ritiro della patente.

Molti però la sottovalutano e spesso si mettono alla guida senza indossarla. La cintura è un dispositivo di sicurezza fondamentale. Ha due funzioni. La prima è evitare che qualora si dovesse verificare un impatto, la persona urti contro l’interno del veicolo in modo violento. La seconda funzione è che sempre a seguito di impatto la persona non venga scaraventata fuori dall’abitacolo.

Guida
Guida – Motori.News

Cosa dice la corte di cassazione

Uno dei casi dei quali si è occupata la Corte di Cassazione con l’ordinanza 11095 del 2020 è quello di una donna passeggera di un auto che veniva tamponata. La donna riportava lesioni e chiedeva il risarcimento.

La Corte di Cassazione ha chiarito che il conducente del veicolo deve accertarsi che tutti i passeggeri abbiano indossato le cinture di sicurezza prima di partire perchè ha la responsabilità del veicolo e di chi viaggia al suo interno.

Chi non verifica, condivide ogni comportamento sbagliato e di conseguenza diventa corresponsabile dei danni. La conseguenza è che non solo il conducente rischia la multa e la perdita di punti dalla patente, ma potrebbe anche essere condannato a risarcire chi ha riportato ferite di qualunque tipo.

L’articolo Questa comunissima dimenticanza alla guida è letale, ti lasciano senza patente per mesi proviene da Motori News.