Ottobre 19, 2021

KIA EV6, crossover elettrico con velleità GT

Imagine una nuova generazione di auto elettriche, su un’architettura modulare – come si conviene a una vera elettrica -. Imagine è stato concept, che adesso si traduce in Kia EV6. Prima visione su un crossover descritto anzitutto dalle sue dimensioni, in un progetto particolarmente apprezzabile per l’originalità stilistica, inserita sull’architettura E-GMP.

Kia EV6

KIA EV6

È l’ossatura che Kia impiegherà per produrre l’ampliamento dell’offerta elettrica a batteria e arrivare a 7 nuovi modelli entro il 2027. E-GMP contraddistinta da un sistema elettrico a 400 o 800 volt, dalla ricarica bidirezionale, dall’accesso a stazioni ultrarapide di ricarica.

Approfondisci: Modelli e servizi, il piano Kia di ampliamento dell’offerta elettrica

Contenuti rappresentati da un design sul quale svettano le proporzioni, anzitutto di un ampio volume dell’abitacolo, anteriore “corto” come lo sbalzo oltre le ruote. Indizi ad anticipare un’elevata spaziosità interna.

Il linguaggio stilistico del marchio coreano verrà influenzato in futuro dagli stilemi presentati con EV6, volumi delle superfici pieni, nervature a dare movimento nei punti giusti.

Il frontale passa dalla classica interpretazione della calandra a “naso di tigre” a una Digital Tiger Face tracciata dalla grafica delle luci a led su una fascia a tutta larghezza che amplifica visivamente l’ampiezza del crossover.

[See image gallery at www.fleetmagazine.com]

Le ridotte esigenze di raffreddamento del sistema elettrico sono soddisfatte dalla griglia sulla fascia anteriore, nella parte bassa, mentre in coda spicca l’elaborato gioco tra luci, volumi concavi, spigoli vivi e un lunotto molto sportiveggiante. Kia EV6 è immediatamente prenotabile su alcuni mercati, mentre l’uscita globale è prevista nella seconda metà del 2021.

DIMENSIONI

Si diceva dell’importanza delle dimensioni, per capire quanto conti l’apporto dell’architettura modulare elettrica. Ben 2,90 metri di passo sono un valore 9 centimetri superiore al grande suv Sorento (4,81 metri). Ecco, l’ottimizzazione degli spazi intorno alla “meccanica” dell’elettrico – batteria integrata sul fondo, disposizione dei motogeneratori, dei sistemi di ricarica e di raffreddamento – produce un’abitabilità di segmento superiore.

Leggi anche: Al volante di Sorento ibrida plug-in, primo contatto con il suv

Lo fa a fronte di ingombri esterni che si posizionano sui 4,68 metri di lunghezza (pieno segmento C superiore, quasi un segmento D “ordinario”) per un’altezza di 1,55 metri e 1,88 metri in larghezza. Quanto al volume utile nel bagagliaio, si hanno 520 litri a disposizione, da sommare ai 52 litri del bagagliaio anteriore (20 litri sulle versioni quattro ruote motrici).

Autonomia di Kia Ev6

AUTONOMIA E TEMPI DI RICARICA

L’autonomia di marcia si spinge fino a 510 km nella specifica Kia EV6 con batteria da 77,4 kWh, il top di gamma abbinato  alla configurazione due e quattro ruote motrici, nonché alla proposta Kia EV6 GT, con prestazioni da supercar. Le operazioni di ricarica potranno effettuarsi anche da postazioni a corrente continua e 350 kW di potenza e, dove disponibili, permetteranno in 18 minuti di passare dal 10% all’80% della carica. In quattro minuti e mezzo si ha l’equivalente in energia per percorrere 100 km. 

Leggi anche: KiaMobility, il noleggio parte dalla concessionaria

Attiene all’architettura E-GMP la possibilità di ricarica bidirezionale, ovvero, trasformare l’auto in una sorgente energetica.

Il Vehicle to Load permette l’alimentazione di dispositivi esterni – fino a 3,6 kW di energia erogabile – come anche un sistema di backup per l’abitazione, nel caso di distacco della corrente.

L’ottimizzazione della gestione termica della batteria ottenuta da Kia fa sì che anche a temperature molto rigide, di -7° C ambientali, si ottenga un’autonomia di marcia dell’80% rispetto a quella possibile in condizioni ottimali, a 25° C ambientali.

BATTERIA, PRESTAZIONI E POTENZA

Prestazioni di Kia EV6

Il crossover andrà su strada in più varianti, per capacità della batteria e schema di trazione. Si parte con Kia EV6 58 kWh, spinta da un singolo motore elettrico posteriore da 170 cavalli e 350 Nm oppure da due motori per 235 cavalli complessivi e ben 605 Nm di coppia. L’accelerazione è comunque molto vivace con i 6″2 dichiarati sulla EV6 170 cavalli. 

Passando alla proposta Kia EV6 77,4 kWh, medesimo schema due o quattro ruote motrici. Nel primo caso la potenza è di 229 cavalli (350 Nm) e si raggiunge il dato migliore per autonomia di marcia: 510 km nel ciclo WLTP. Nel secondo caso si hanno 325 cavalli per 605 Nm di coppia, valori che permettono di scattare in 5″2 sullo zero-cento.  Tra le prestazioni di cui è capace EV6 va segnalata la capacità di rimorchio fino a 1.600 kg.

Kia EV6 GT è il manifesto assoluto della prestazione velocistica prodotta dall’elettrico del marchio. Con 584 cavalli e 740 Nm, trazione quattro ruote motrici, differenziale a controllo elettronico, è in grado di accelerare in 3″5 sullo 0-100 km/h e di raggiungere i 260 km/h di velocità massima. 

INTERNI, ERGONOMIA CENTRALE

Se l’impianto stilistico degli esterni richiama alcuni tratti del concept Kia Imagine, gli interni di Kia EV6 raccontano un ambiente raccolto intorno ai passeggeri.

Punti di minimalismo stilistico chiari, con il focus sull’ampio schermo curvo, ad alta definizione, che raggruppa strumentazione e infotainment, entrambi gli schermi sono da 12,3 pollici. L’interfaccia uomo-macchina introduce una nuova generazione di controlli rispetto all’offerta attuale del marchio.

Interni di Kia EV6 2021

 L’ergonomia intorno al guidatore racconta di un poggiabraccio su quale i comandi delle modalità di guida e gli spazi portaoggetti, sono all’altezza ideale per essere raggiunti facilmente, in una sorta di estensione sospesa rispetto agli spazi inferiori.

I comandi del clima, alla base della plancia, sono di tipo touch – configurabili – e con feedback aptico, del volante, invece, spicca la semplificazione del design a due razze. Volante dotato di levette per variare l’intensità della frenata rigenerativa, su 6 livelli e il massimo recupero ottenuto con l’i-Pedal.

Non manca l’head up display con realtà aumentata, sul quale le indicazioni del navigatore e degli Adas sono rappresentate in modo dinamico. La suite Kia Connect riassume le soluzioni connesse, sempre aggiornate come tutti i sistemi dall’auto grazie all’over-the-air.

 

ADAS

Adas di kia EV6

Passando al capitolo dei sistemi di assistenza alla guida, EV6 introduce un avanzato Livello 2 con l’Highway Driving Assist. Al mantenimento attivo di corsia e della velocità, infatti, si aggiunge la capacità di effettuare manovre di sorpasso. Al guidatore sarà sufficiente attivare la freccia perché la EV6 effettui la manovra, se rileva le condizioni di sicurezza per farlo.

Altri ausili presenti sono il Lane Keeping Assist, il parcheggio dall’esterno Remote Smart Parking Assist e, importante, l’evoluzione del Safe Exit Assist. Prima di scendere dall’auto, i sensori monitorano il sopraggiungere di altri veicoli, ciclisti, moto, così da rilevare il rischio di un incidente e, se necessario, il sistema impedisce l’apertura della portiera.

L’articolo KIA EV6, crossover elettrico con velleità GT proviene da Fleet Magazine.