Maggio 16, 2022

Mazda CX-60, la prima ibrida plug-in rivela gli interni

Si applica per la prima volta sulla materia ibrida plug-in e lo fa con Mazda CX-60 il marchio nipponico. Resta fedele a concetti chiari, guida, a partire dalla cura dei materiali e dal design essenziale e ordinato all’interno. Le ultime anticipazioni, verso la presentazione del suv di segmento D, prevista il prossimo 8 marzo, interessano l’abitacolo.

mazda cx-60 ibrida plug-in

MAZDA CX-60

INTERNI

Dicono di materiali pregiati, dal legno d’acero alla pelle Nappa per i rivestimenti dei sedili. L’applicazione del legno è in plancia come sui pannelli porta, abbinata a finiture metalliche e cromate. Il resto? Tessuto applicato con lavorazioni riprese dall’artigianalità nipponica.

Racconta un bel contesto, CX-60 ibrida plug-in. Un contesto che vede il design Kodo scrivere anche le linee esterne. Sappiamo dell’ampia calandra e dei gruppi ottici, intersecati in modo leggermente diverso dal solito, comunque piacevole. 

interni mazda cx-60 plug-in

MOTORE

Quel che più interessa, però, vista la prima volta dell’impegno Mazda sull’ibrido plug-in, è conoscere qualcosa in più del sistema che darà ampia autonomia di marcia in modalità elettrica.

Mazda e Toyota hanno in essere una collaborazione tecnica che ha già prodotto l’utilizzo del progetto Yaris, declinato in Mazda2 Hybrid (leggi la prova della “2” non ibrida). Ecco, ci sarà un travaso di know how sull’ibrido plug-in di CX-60?

La cilindrata del motore termico, un quattro cilindri 2,5 litri, potrebbe trarre in inganno e dire di sì, vista la medesima proposta sfoggiata da RAV4 phev. Aspettiamo la presentazione per capirne di più. Certamente ha un’architettura tutta a sé il progetto Mazda, prevede la trazione posteriore e, qui, segna un punto di discontinuità dallo schema Toyota, a trazione quattro ruote motrici e con un’unità elettrica posteriore.

Mazda dichiara una trazione posteriore senza specificare “esclusivamente in elettrico”, pertanto è una lettura originale prodotta dalla casa di Hiroshima.

Leggi anche: Le novità del model year 2022 Mazda CX-5

Sappiamo anche di un livello di potenza complessivo di 300 cavalli, dall’abbinata tra motore termico e motore elettrico. Questo il perimetro d’azione di CX-60, modello di segmento D, verosimilmente in quota 4,60-4,70 metri di lunghezza e abitabilità interna 5 posti. Sarà seguito dal più grande CX-80, 7 posti su tre file e un posizionamento un gradino in su.

L’articolo Mazda CX-60, la prima ibrida plug-in rivela gli interni proviene da Fleet Magazine.