Mercedes, EQA debutta a gennaio poi tocca a EQS ed EQE

Mercedes, EQA  debutta a gennaio poi tocca a EQS ed EQE

Calendario fitto di impegni, quello delle Mercedes-EQ nei prossimi 24 mesi. Una gamma elettrica che arriverà a contare 8 modelli entro il 2022, ampliando un’offerta composta oggi da Mercedes EQC ed EQV. Ha una data certa Mercedes EQA, presentazione fissata il prossimo 20 gennaio, quando scopriremo un crossover elettrico nato partendo da Mercedes GLA, trasformato nel powertrain e prodotto sulla stessa linea delle varianti con motore termico del GLA, ovvero, a Rastatt, in Germania.

Mercedes EQA 2021

MERCEDES EQ, NOVITÀ IN ARRIVO

Sarà l’Ungheria, lo stabilimento di Kecskemet, invece, a produrre Mercedes EQB, secondo progetto nel segmento compatto, derivato dal Mercedes GLB e dal gruppo motore-batteria atteso con le medesime specifiche tecniche dei EQA.

Leggi anche: Non solo elettrico, arriva nuova Classe C

EQE ED EQS, ELETTRICHE NATIVE

Per due modelli “derivati” elettrici, su una scocca condivisa con le varianti termiche e ibride plug-in, le grandi e attese novità Mercedes EQ in produzione nel 2021 saranno Mercedes EQS e Mercedes EQE. Due progetti nati su un’architettura elettrica nativa, con la quale si scriverà il riferimento nel segmento delle ammiraglie di lusso – EQS verrà prodotta a Sindelfingen, impianto di produzione di nuova Classe S – e tra le grandi berline business.

Mercedes EQS

Mercedes EQE avrà linee più compatte di EQS, simile design sportivo per la silhouette fluida, la particolarità – qui il fattore cruciale dell’architettura elettrica dedicata – di un cofano anteriore molto ridotto negli ingombri e un passo ampissimo, per un’elevata disponibilità di spazio a bordo.

La lettura del design è quasi da coupé con il portellone, più che una convenzionale berlina tre volumi. Elemento, il portellone con un’ampia apertura, ben delineato dai muletti di Mercedes EQS.

Uscita Mercedes EQS

MERCEDES EQE, PRODUZIONE A BREMA

Tempi, per l’avvio della produzione: partirà nella prima metà del 2021 quella di EQS, sarà nella seconda metà dell’anno, nell’impianto di Brema, per EQE. Modelli che avranno, entrambi, delle declinazioni suv, quindi un grande suv di segmento E – qualcosa di equiparabile alla gamma Mercedes GLE – e un maxi suv di lusso, variante elettrica del GLS: entrambi sulle architetture modulari elettriche. Sarà lo stabilimento statunitense di Tuscaloosa, dal 2022, a seguire la produzione dei suv di fascia alta, nonché l’assemblaggio dei pacchi batteria.

BATTERIE, PRODUZIONE “VICINA” AL PRODOTTO

Un fattore, quest’ultimo, che vedrà localizzata la produzione in più stabilimenti. Che siano in Polonia per gli accumulatori di EQA ed EQB, oppure Hedelfingen per EQS ed EQE, a Bruhl per le ibride plug-in Mercedes dal 2022 in poi.

Mercedes EQE

Dell’elettrificazione EQ Power, ibrido plug-in per la casa di Stoccarda, vale dire di un’ulteriore ampliamento dell’offerta rispetto ai 20 modelli già sul mercato. Entro il 2025 si andrà a 25 modelli.

Approfondisci: Al volante di EQ Power con Classe A e GLE

Produzione dislocata su tre continenti, che sia per i modelli o le batterie, con la Cina da seguire per i risvolti che avrà sul mondo smart EQ: la futura generazione di modelli, oggi prodotti in Europa su due siti produttivi, in Francia e Slovenia, verrà realizzata dalla joint venture tra Mercedes e Geely.

L’articolo Mercedes, EQA debutta a gennaio poi tocca a EQS ed EQE proviene da Fleet Magazine.

Redazione

Redazione