Toyota bZ4X Concept, il primo suv Beyond Zero dà appuntamento al 2022

Toyota bZ4X Concept, il primo suv Beyond Zero dà appuntamento al 2022

Cinque lettere per indicare la via: e-TNGA. Una sigla, Beyond Zero, declinata in un modello, Toyota bZ4X Concept, ovvero, il primo suv elettrico del marchio, sviluppato sull’architettura modulare. Si è presentato al Salone di Shanghai con soluzioni in larga parte già concrete quanto serve per immaginarle trasferite alla fase di industrializzazione del progetto. Verrà prodotto in Giappone e in Cina, con la commercializzazione globale – Europa compresa – prevista dalla metà del 2022.

Toyota bZ4X concept

TOYOTA bZ4X

DESIGN

Il suv rappresenta stilemi completamente diversi dalla produzione Toyota oggi su strada in Europa. Il frontale è dominato da una fascia centrale chiusa, un’apertura dedicata al raffreddamento dell’elettronica e della batteria, posta nella parte bassa. In alto, fari assottigliati e spigoli marcati sul cofano anteriore, con il logo Toyota su sfondo blu. Con Toyota bZ4X  si va nella direzione di un suv di segmento D, un equivalente di RAV4, con un’identità stilistica del tutto inedita. Aspettando i dati relativi alle dimensioni, il concept mette in mostra un ampio passo e sbalzi ridotti.

Leggi anche: Toyota Fleet Mobility Italia diventa Kinto Italia

dimensioni di Toyota bZ4X Concept

MOTORE E BATTERIA

Della fase di sviluppo, prima che il concept bZ4X venisse presentato al Salone di Shanghai, Toyota ha rivelato indizi sulla direzione che verrà percorsa su potenze in gioco e capacità del pacco batteria installabile sull’architettura e-TNGA. 

C’è il potenziale per raggiungere livelli di potenza oltre i 400 cavalli con la soluzione a due motori elettrici e quattro ruote motrici (204 cv da ciascun motogeneratore). Componendo le tessere del puzzle, pescando da quanto rivelato con Lexus LF-Z Electrified (approfondisci le novità del concept), sull’architettura e-TNGA ci sarà possibile installare pacchi batterie fino a 90 kWh e 600 km di autonomia prospettata, con potenza di ricarica fino a 150 kW in corrente continua. 

Importante novità in chiave di massima efficienza e sfruttamento delle opportunità di ricarica, è la presenza di pannelli solari impiegati per la ricarica nelle fasi in cui l’auto è ferma in strada. 

[See image gallery at www.fleetmagazine.com]

INTERNI

Se l’innovazione stilistica all’esterno è radicale, gli interni rilanciano con soluzioni ancor più scenografiche. A partire dal volante a cloche e multifunzione. Un comando che, al di là dell’assenza della classica corona – vedremo se il modello di serie offrirà tale configurazione tra gli optional, restando il volante convenzionale a corona completa di certo il comando più pratico e funzionale -, introduce una novità tecnica.

Si tratta dello steer-by-wire, soluzione che mette in comunicazione volante e ruote mediante impulsi elettronici governati da centraline e attuatori sulla cremagliera dello sterzo. In passato sono già state proposte simili soluzioni sul mercato, tutte con un sistema di backup. Per ragioni di sicurezza, infatti, la presenza di un collegamento fisico tra volante e ruote è imprescindibile. Ovviamente interviene solo in caso di malfunzionamenti del sistema di controllo elettronico.

L’abitacolo del bZ4X ha linee avveniristiche, la strumentazione è posta in un campo visivo del guidatore che incrementa la visibilità di quanto accade intorno all’auto e contribuisce a migliorare la sensazione di spaziosità della plancia.

interni di Toyota bZ4X Concept

Al centro, l’infotainment raggruppa una serie di comandi touch secondari e crea una continuità con il tunnel sospeso, dalle superfici lucide. In termini di abitabilità e spazio, va segnalata la configurazione perfettamente piatta del pavimento, che dà ai passeggeri posteriori un extra-comfort, in aggiunta alle bocchette del climatizzatore a zone differenziate. 

e-TNGA

Correva il 2019 quando Toyota rivelava i passi della strategia di elettrificazione con modelli a batteria, 6 proposte tutte sulla medesima architettura. Allora, anche una rappresentazione grafica, rendering, di come quei modelli si sarebbero presentati.

Oggi, il marchio conferma l’impegno e indica al 2025 l’offerta di 7 modelli elettrici in un più ampio piano di 15 proposte elettriche a batteria declinate con altri marchi del Gruppo. Si tratta di un impegno che vedrà Toyota collaborare con altre case, come è stato con Subaru per il suv bZ4X in materia di sviluppo dello schema di trazione integrale. La cinese BYD, Dahiatsu, Suzuki, sono i nomi di chi affronterà il percorso elettrico accanto a Toyota. 

Veicoli full electric e non solo, vista la determinazione a raggiungere i 70 modelli elettrificati nell’offerta globale Toyota entro il 2025, modelli che comprenderanno propulsori full hybrid, sistemi ibridi plug-in, fino all’elettrico con fuel cell a idrogeno. 

L’articolo Toyota bZ4X Concept, il primo suv Beyond Zero dà appuntamento al 2022 proviene da Fleet Magazine.

Redazione

Redazione