Febbraio 5, 2023

Mazda MX-30 R-EV, si guida da elettrica e con il motore Wankel moltiplica l’autonomia

L’idea di Mazda MX-30 è di per sé originale: un suv di segmento C, elettrico, con le portiere posteriori controvento e una batteria parecchio compatta. Solo 35 kWh per contenere i costi e garantire un’autonomia più che sufficiente alla mobilità quotidiana e prevalentemente urbana. Con Mazda MX-30 R-EV, l’offerta si amplia, resta una trazione sempre e solo elettrica, ma alla possibilità di ricarica della batteria “alla spina” si somma la produzione d’energia garantita dal motore termico.

Diventa, formalmente, un sistema ibrido plug-in, dotato di un’autonomia di marcia a zero emissioni adeguata e nessun patema da ricarica. In termini concreti, un’elettrica con range extender termico.

MAZDA MX-30 R-EV

Un progetto come tanti sul mercato? Non esattamente. Anzitutto, Mazda segue la via percorsa da poche altre case auto, proponendo un progetto la cui trazione è sempre ottenuta dal motore elettrico. Vuol dire superare le pessime abitudini che, troppo spesso, accompagnano le ibride plug-in con motore termico in grado di trasmettere il moto alle ruote. In assenza della ricarica della batteria, sono auto che consumano e inquinano più delle corrispondenti versioni esclusivamente termiche, in virtù del maggior peso dettato dalla batteria.

MOTORE ROTATIVO, COME FUNZIONA

Mazda MX-30 R-EV come funziona

Poi c’è un’altra, importante, peculiarità tecnica. Il motore termico è un rotativo. Il Wankel fa parte della storia Mazda, sebbene sia uscito di scena con la coupé RX-8 nel ruolo di unico propulsore di trazione, per l’esigenza di abbattere le emissioni e i consumi. Un’architettura non convenzionale di motore termico, poiché assente dei tradizionali cilindri e pistoni, sostituiti da un rotore, uno statore e un trilobo. Il trilobo ruota, in modo eccentrico sul perno del rotore, descrivendo due camere di combustione con lo statore, che costituiscono la cilindrata effettiva. Una terza area corrisponde alla fase di carico dei gas combusti.

Leggi anche: Le novità Mazda in arrivo quest’anno

È un motore termico compattissimo negli ingombri, che Mazda riporta in scena quale generatore d’energia. Su MX-30 R-EV è installato in posizione coassiale al motore elettrico di trazione e a quello di recupero energetico. Grazie al serbatoio di benzina da 50 litri è in grado di produrre 74 cavalli da una cilindrata di 830 cc: il generatore elettrico traduce, mediante l’inverter, la potenza prodotta in corrente per la batteria.

AUTONOMIA IN ELETTRICO 

La capacità di quest’ultima è di 17,8 kWh, praticamente dimezzata rispetto ai 35 kWh di MX-30 full Electric (200 km di autonomia WLTP): può essere ricaricata in corrente alternata fino a 11 kW, oppure in CC a 36 kW. L’autonomia in elettrico della R-EV è di 85 km nel ciclo WLTP, di 110 km nel ciclo urbano. Quanto alle emissioni di Co2, Mazda ha omologato un valore di 21 g/km. Il motore rotativo subentra quando è necessario alimentare la batteria, oppure, nelle fasi di massima richiesta di potenza, per garantire le prestazioni ottimali dal sistema elettrico.

Mazda MX-30 R-EV consumi
Mazda MX-30 R-EV abitacolo
Mazda MX-30 R-EV motore wankel
Mazda MX-30 R-EV quattro porte
Mazda MX-30 R-EV autonomia di marcia
Mazda MX-30 R-EV prestazioni
Mazda MX-30 R-EV motore prezzi
Mazda MX-30 R-EV interni
Mazda MX-30 R-EV bagagliaio
Mazda MX-30 R-EV suv compatto
Mazda MX-30 R-EV incentivi
Mazda MX-30 R-EV come funziona
Mazda MX-30 R-EV
Mazda MX-30 R-EV uscita in italia

PRESTAZIONI 

La potenza disponibile è di 170 cavalli, prodotti interamente dal motore elettrico, mentre la coppia è di 260 Nm. Rispetto a Mazda MX-30 elettrica, la versione R-EV è un po’ più scattante sullo 0-100 kmh (9″1 contro 9″7), a fronte di un peso oltre 100 kg superiore: 1.778 kg contro poco più di 1.600 kg. Può considerarsi uno dei limiti del progetto, che misura 4,39 metri in lunghezza e ha un’altezza da crossover, con 1,55 metri. La velocità massima è limitata come per l’elettrica  a 140 km/h.

PREZZI

Mazda MX-30 R-EV uscita in italia

Sul mercato italiano è ordinabile in allestimento d’accesso Prime Line, la proposta Makoto top di gamma, la Advantage e la Edition R tra le serie limitate: la tinta bicolore nero Maroon Rouge metallizzato ha debuttato al Motor Show di Bruxelles con Edition R.

I prezzi partono da 38.150 euro per MX-30 R-EV Prime Line, da 41.100 euro la Makoto. A 39.650 euro si posiziona la Advantage, a 45.650 euro la Edition R. L’arrivo nelle concessionarie è previsto a inizio estate. Fino al 31 marzo, invece, 8.500 euro di vantaggi accedendo all’acquisto con rottamazione. Con la formula Get & Drive Smart, invece, a fronte di un anticipo e zero rate per 24 mesi, si potrà guidare il suv elettrico con range extender Wankel con assicurazione compresa nel contratto e la possibilità di restituire l’auto, riscattarla o scegliere un’altra Mazda dopo 2 anni.

CONTINUA A LEGGERE SU FLEETMAGAZINE.COM

Per rimanere sempre aggiornato seguici sul canale Telegram ufficiale e Google News.
Iscriviti alla nostra Newsletter per non perderti le ultime novità di Fleet Magazine.

L’articolo Mazda MX-30 R-EV, si guida da elettrica e con il motore Wankel moltiplica l’autonomia proviene da Fleet Magazine.