Prestazioni senza compromessi con il Torque Splitter

Prestazioni senza compromessi con il Torque Splitter

Distribuzione attiva e totalmente variabile della coppia tra le ruote posteriori. Reattività, rigore direzionale e tendenza al sovrasterzo mai così marcati.

La tecnologia RS Torque Splitter – in grado di distribuire la coppia motrice tra le ruote posteriori attivamente e in modo completamente variabile, a vantaggio del dinamismo e del rigore direzionale – fa la sua prima apparizione assoluta sulla nuova RS3.

Ripartire la coppia tra le ruote posteriori attivamente e in modo totalmente variabile, garantendo alla vettua un comportamento tendenzialmente sovrasterzante e una gestione raffinata come mai prima d’ora della trazione integrale Quattro sono gli obiettivi del nuovo sistema RS Torque Splitter. Diversamente da un classico differenziale posteriore autobloccante e dalla soluzione integrale permanente con frizione elettroidraulica a lamelle in corrispondenza della parte terminale dell’albero di trasmissione della precedente generazione di Audi RS 3, lo RS Torque Splitter si avvale di due frizioni elettroidrauliche a lamelle, una per ciascun semiasse posteriore.

Adottando uno stile di guida sportivo, in percorrenza di curva il sistema ripartisce la coppia tra le ruote posteriori incrementando la spinta sulla ruota con maggiore aderenza, quella esterna alla traiettoria, scongiurando l’insorgere del sottosterzo e favorendo il sovrasterzo. In rettilineo, l’azione congiunta delle frizioni garantisce l’operato della trazione integrale Quattro: la coppia viene indirizzata a entrambe le ruote posteriori. Operazione, quest’ultima, sulla quale influiscono lo stile di guida e la modalità selezionata del sistema di controllo della dinamica di marcia Audi Drive Select.

Ciascuna frizione a lamelle è corredata di una centralina che elabora le informazioni rilevate dai sensori del controllo elettronico della stabilità e della trazione, così da monitorare costantemente la velocità di rotazione delle ruote, l’accelerazione longitudinale e trasversale della vettura, l’angolo di sterzata, la posizione del pedale dell’acceleratore, il rapporto selezionato e l’imbardata. Grazie all’azione dello RS Torque Splitter, nuova Audi RS 3 può contare su un’elevata reattività e soprattutto su di un rigore direzionale di riferimento. E qualora s’inneschi il sovrasterzo, la gestione del drift risulta particolarmente intuitiva grazie all’apporto dell’elettronica che ripartisce la coppia attivamente e con eccezionale rapidità.

paolo

paolo